Egon Schiele ⋯
Mentre mi lavo il viso,
nel catino si erge
l’ombra dell’autunno.

Crediti
 • Natsume Soseki •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Tutto nell’autunno
190% Fernando PessoaLibriSchiele Art
Quanto ho pensato, quanto ho sognato, quanto ho fatto o non ho fatto: tutto quanto se ne andrà nell’autunno, come i fiammiferi usati che ricoprono il pavimento sparsi qua e là, o i fogli accartocciati in palle fittizie, o i grandi imperi, tutte le religio⋯
Egon Schiele ⋯ Two Girls (Lovers)Sintomo di residua vitalità
69% Primo LeviSchiele Art
In questo luogo, lavarsi tutti i giorni nell’acqua torbida del lavandino immondo è praticamente inutile ai fini della pulizia e della salute; è invece importantissimo come sintomo di residua vitalità, e necessario come strumento di sopravvivenza morale. D⋯
Egon Schiele ⋯ Volevamo vivere un solo autunno
67% PoesieSchiele ArtShirin Neshat
Non so dove abbiamo sbagliato. Pensavamo il nostro autunno fosse pieno di amore, è stato pieno di terrore. Dovevano cadere tante foglie colorate dagli alberi, sono caduti tanti giovani dissanguati. Volevamo sentire i canti dei corvi sotto la pioggia, abbi⋯
Egon Schiele ⋯ Perché prendi invano immagini fugaci?
49% PoesiePublio Ovidio NasoneSchiele Art
Qui il ragazzo, stanco per la fatica della caccia e il caldo, si distese, allettato dall’aspetto del luogo e dalla fonte, e, volendo sedare la sete, un’altra sete gli crebbe, e mentre beve, rapito dall’immagine dell’aspetto che vede, s’innamora di una spe⋯
Egon Schiele ⋯ Small Tree in Late AutumnOcchi d’ambra dorata
49% Diego ValeriPoesieSchiele Art
Se mi sporgo a guardare dentro il pozzo degli anni morti, vedo, in fondo all’ombra, dilatarsi il chiarore di un mattino azzurro e bianco: e te, viso di perla, occhi d’ambra dorata, splendere, luce nella luce, arcana verità del divino amore, dolcissimo Ang⋯
Egon Schiele ⋯ Lo specchio scuro
48% Schiele ArtVictor-Marie Hugo
La tenebra è uno specchio scuro nel quale il dannato vede i suoi misfatti; dappertutto si erge il suo rimorso; lungo il tetro cammino ognuno vede il suo crimine; lo stesso spettro fa dire a Nerone: “Madre mia!” E gridare a Caino: “Fratello!”