Egon Schiele ⋯

Il contrario di quel che penso mi seduce come un mondo favoloso.


Crediti
 • Leo Longanesi •
 • SchieleArt •   • Attribuita a Schiele ma in realtà di Villalva •

Similari
Egon Schiele ⋯ L’«io penso»
56% Étienne GilsonSchiele Art
Nulla dunque vieta al realista di passare, per via di analisi riflessiva, dall’oggetto presente nella conoscenza all’intelletto, e poi dall’intelletto al soggetto conoscente. È pacifico che questo è l’unico metodo a sua disposizione per sapere qualcosa ci⋯
Egon Schiele ⋯ Torso femminileIl non-nato
55% AforismiEmil CioranSchiele Art
Non sono mai a mio agio nell’immediato, mi seduce solo quello che mi precede, quello che mi allontana da qui, gli istanti innumerabili in cui non fui: il non-nato.
Egon Schiele ⋯ Wally in a red blouse knees lifted upIllusorio sapore di novità
55% Baruch SpinozaSchiele Art
La facilità con cui gli uomini si lasciano irretire da ogni genere di superstizione è pari soltanto alla difficoltà di renderli costanti in uno solo di tali generi; anzi, poiché l’uomo del volgo vive sempre in uno stato di infelicità, esso non trova mai d⋯
Egon Schiele ⋯ Half-Nude with a Brown ShirtDesiderio a profitto della specie
55% Gilles DeleuzeSchiele Art
È un illusione voluttuosa che abusa dell’uomo, facendogli credere che troverà tra le braccia di una donna, la cui bellezza lo seduce, una gioia più grande che non tra quelle di un’altra. Così egli immagina di compiere tutti questi sforzi e tutti questi sa⋯
Egon Schiele ⋯ Spitalskirche MoldingL’estasi della fantasia!
47% Schiele ArtVladimir Nabokov
Fantasia, il fremito, l’estasi della fantasia! Erwin li conosceva bene. In tram occupava sempre un sedile sul lato destro per essere più vicino al marciapiede. Due volte al giorno, sul tram che prendeva per recarsi in ufficio e ritorno, Edwin guardava fuo⋯
Egon Schiele ⋯ Chi sono io per essere brillante
45% Nelson MandelaSchiele Art
La nostra paura più profonda non è essere inadeguati. La nostra paura più profonda è di essere potenti oltre ogni limite. È la nostra luce, non la nostra ombra, a spaventarci di più. Ci domandiamo: “Chi sono io per essere brillante, pieno di talento, favo⋯