Luce che si accende da una scintillaLa conoscenza di queste cose non è affatto comunicabile come le altre conoscenze, ma dopo molte discussioni fatte su queste cose, e dopo una comunanza di vita, improvvisamente, come luce che si accende da una scintilla che si sprigiona, così nasce nell’anima, e da sé stessa si alimenta […]. Queste cose si imparano necessariamente insieme e insieme si imparano il falso e il vero che concerne tutta quanta la realtà, dopo un’applicazione totale e dopo molto tempo, come ho detto all’inizio: sfregandosi le une con le altre, queste cose, ossia nomi e definizioni e visioni e sensazioni, e venendo messe a prova in confutazioni benevole e saggiate in discussioni fatte senza invidia, risplende improvvisamente la conoscenza di ciascuna cosa e l’intuizione dell’intelletto, per chi compia il massimo sforzo possibile alla capacità umana.

Crediti
 Platone
 VII lettera
 Pinterest •   •