Egon Schiele ⋯

È meglio capitare tra i corvi che tra gli adulatori: gli uni divorano i cadaveri, gli altri i vivi.


Crediti
 • Antistene di Atene •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Il trionfo della morte
87% Elias CanettiSchiele Art
…ma subito dopo mi trovai inaspettatamente davanti – sento ancora oggi lo shock – Il trionfo della morte. Centinai di morti, di scheletri, attivissimi scheletri, sono occupati a trascinare con sé un numero altrettanto grande di uomini vivi: sono figure d’⋯
Egon Schiele ⋯ Eterno fanciullo
56% Egon SchieleSchiele Art
Io eterno fanciullo, sempre seguivo il passo della gente focosa e non volevo essere in loro, dicevo; parlavo e non parlavo, ascoltavo e volevo sentirli forte o più forte, e vederli dentro. Io eterno fanciullo, sacrificavo ad altri, a quelli che mi facevan⋯
Egon Schiele ⋯ Nude against colored clothVivere è fare il soldato
55% FilosofiaLucio Anneo SenecaSchiele Art
Tu ti sdegni e ti lamenti per qualche contrarietà e non capisci che in esse non c’è niente di male, se non il tuo sdegno e i tuoi lamenti? Vuoi il mio parere? Secondo me la sola infelicità per l’uomo è ritenere che nella natura ci siano elementi d’infelic⋯
Egon Schiele ⋯ Self portrait with red hairL’uccello di Zeus
54% Pindaro di ArgoPoesieSchiele Art
Poeta è colui che molte cose sa per natura; quelli che sanno per studio, con procace loquacità come corvi levano voce inane contro il divino uccello di Zeus
Egon Schiele ⋯ Volevamo vivere un solo autunno
54% PoesieSchiele ArtShirin Neshat
Non so dove abbiamo sbagliato. Pensavamo il nostro autunno fosse pieno di amore, è stato pieno di terrore. Dovevano cadere tante foglie colorate dagli alberi, sono caduti tanti giovani dissanguati. Volevamo sentire i canti dei corvi sotto la pioggia, abbi⋯
Egon Schiele ⋯ Sei la terra che aspetta
52% Cesare PavesePoesieSchiele Art
Hai un sangue, un respiro. Sei fatta di carne di capelli di sguardi anche tu. Terra e piante, cielo di marzo, luce, vibrano e ti somigliano ‒ il tuo riso e il tuo passo come acque che sussultano ‒ la tua ruga fra gli occhi come nubi raccolte ‒ il tuo tene⋯