Meschinità relazionale
In una società in cui è concesso solo ai maschi l’istinto e alle femmine il calcolo culturale sul proprio residuo d’istinto di sopravvivenza chiamato sentimento, non c’è che povertà, viltà, meschinità relazionale.

Crediti
 • Aldo Busi •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Emancipazione dell'umanità verso l'umanitàEmancipazione dell’umanità verso l’umanità
190% Aldo BusiSocietà
Facile per una donna mettere la propria vita nelle mani di un uomo non ha che quella che un uomo si degna di toglierle. Nelle gare dell’emancipazione dell’umanità verso l’umanità che non lasciano scampo a alcuna corrente vera verso la libertà dell’individ⋯
 ⋯ Impero, vent’anni
172% Autori VariPolitica
Vent’anni fa, quando è stato pubblicato il nostro libro Impero, i processi economici e culturali della globalizzazione erano al centro della scena: tutti potevano vedere che stava emergendo qualcosa come un nuovo ordine mondiale. Oggi la globalizzazione è⋯
 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
115% ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯
Pacha MamaXVIII/XX Tesi di politica
107% Enrique DusselPolitica
Il postulato politico nella sfera ecologica – campo delle relazioni dell’essere vivente umano con il suo mezzo fisico-naturale terrestre – si potrebbe enunciare così: Dobbiamo agire in modo tale che le nostre azioni e istituzioni permettano per sempre, pe⋯
 ⋯ La scrittura delle donne
98% ArticoliCixous HélèneSocietà
Héléne Cixous rilegge il saggio di Freud sulla Testa di Medusa per rivendicare il potere dell’écriture feminine, della scrittura femminile. Da terrificante e mostruosa, Medusa si trasforma in una figura sorridente e sovversiva in grado di destabilizzare l⋯
 ⋯ Ominizzazione e meccanismo mimetico
87% Alessandro StellaArticoliSocietà
Dalla rivalità mimetica al transfert di divinizzazione. L’imitazione costituisce il concetto di base di una recente disciplina antropologica, la zooantropologia: per questa scuola, l’imitazione umana degli animali (zoomimesi) sarebbe il modello propulsivo⋯