Mi disturba il frastuono
Mi disturba il frastuono invadente
per questo vivo sottovoce il mio passo
nella nota più bassa
sul gradino più indietro
in quell’ombra che svela
una porta soltanto socchiusa

E non è indifferenza planata
l’esistenza racchiusa nel gesto garbato
che non vuole entrare in fragore
tra i cristalli emotivi di altri respiri

Ascolto la musica
ad occhi socchiusi
e danzo da sola
in una stanza di specchi
leggendo emozioni
attraverso un riflesso
forgiando l’immagine
tra distillati di cuore

Non abbraccio sovente
per non slogarmi le braccia
per non spezzarmi la schiena
per non sentire le costole
nell’attimo prima che l’aria
sparisca improvvisa
dall’unica stanza
che non contiene rumore

Crediti
 • Miranda Galati •
 • Pinterest • Noell Oszvald  •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
169% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
111% ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯

 ⋯ Sapere di non essere
105% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯

 ⋯ Abbraccio silenzioso
102% Pablo NerudaTesti
Quanti significati sono celati dietro un abbraccio? Che cos’è un abbraccio se non comunicare, condividere e infondere qualcosa di sé ad un’altra persona? Un abbraccio è esprimere la propria esistenza a chi ci sta accanto, qualsiasi cosa accada, nella gioi⋯

⋯  ⋯Ana era imprevedibile
85% FrammentiJulio Cortázar
Adesso che lo scrivo per altri tutto ciò potrebbe esser stato la roulette o l’ippodromo, ma quel che cercavo non era denaro, a un certo momento avevo cominciato a sentire, a decidere che un vetro del finestrino del metro poteva portarmi la risposta, l’inc⋯

 ⋯ La geografia della mente
74% ArticoliAutori VariNeuroscienze
L’interesse dell’uomo per lo studio del cervello ha radici molto antiche. Un papiro egiziano che risale al diciassettesimo secolo, a.c. contiene, in geroglifici, la parola cervello in numerose ricorrenze; si sa, infatti, che gli antichi egizi operavano su⋯