Mito degli Huichol
Quando il loro grande capo Majakuagy [Coda di Daino] ebbe riunito fra le tribù Guachichile i partigiani per andare a fondare il suo regno sui luoghi poco accessibili e naturalmente ben difesi della sierra di Nayarit, egli e i suoi partigiani furono raggiunti dagli avversari delle loro dottrine.
Vennero dispersi e vennero distrutti i loro utensili che servivano per attingere l’acqua e preparare gli alimenti. Gli dei, volendo mostrarsi compassionevoli nei confronti delle sventure di quelli che erano rimasti fedeli ai precetti del Legislatore, procurarono loro il mezzo di continuare la peregrinazione; per questo trasformarono i cocci degli utensili in una pianta meravigliosa, che avrebbe permesso loro di affrontare le marce più penose attraverso il deserto, senza doversi preoccupare delle necessità della vita.

Crediti
 • Léon Diguet •
 • Le 'Peyotè et son usage rituel chez les Indiens du Nayarit •
  • Journal de la Société des Americanistes de Paris •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ Inferno
51% Alberto MaggiMitologia
La parola inferno fa andare in crisi coloro che studiano teologia o la Sacra Scrittura e che sono abituati a parlare di inferno, perché non la trovano nel dizionario biblico. Nella Bibbia non c’è né la parola e neanche l’immagine dell’inferno. Nella vecch⋯
⋯  ⋯Mito Maué sul guaraná
36% Autori VariMitologia
Molti anni fa, nella profonda giungla brasiliana vivevano due indios, un uomo e sua moglie. Erano la coppia più felice della tribù. Erano amati dalla loro tribù e lavoravano duro per il benessere di tutti. Ma avevano una grande infelicità: non avevano fig⋯
Mayahuel, dea del Pulque e del magueyLa leggenda di Xóchitl
24% Manuel Rivera CambasMitologia
Un nobile chiamato Papantzin, dedito alla coltivazione del maguey, riuscì ad ottenere miele con il succo di questa pianta. Volle ossequiare con questa scoperta il re Tecpancaltzin ed essendosi recato a Tula accompagnato dalla sua sposa e da sua figlia uni⋯
Mito sul tabacco dei CherokeeMito sul tabacco dei Cherokee
23% James MooneyMitologia
Agli inizi del mondo, quando uomini e animali erano simili, c’era una sola pianta di tabacco, presso la quale tutti si recavano per il loro tabacco, fin quando le oche Dagûl’kû la rubarono e la portarono lontano verso sud. La gente soffriva senza di essa,⋯
 ⋯ Il mito di aracne
20% MitologiaPublio Ovidio Nasone
Aracne, figlia del tintore Idmone, era una fanciulla che viveva nella città di Colofone, nella Lidia, famosa per la sua porpora. Era molto conosciuta per la sua abilità di tessitrice e ricamatrice in quanto le sue tele erano considerate un dono del cielo ⋯
Auguste Rodin  ⋯ Fugit AmorVastità oscura colma di voluttà
18% MitologiaRainer Maria Rilke
Rodin sapeva che tutto doveva partire da una conoscenza infallibile del corpo umano. Infine fu su questa superfice che concentrò la sua ricerca. Essa consisteva di infiniti contatti tra luce e materia, e ognuno di questi contatti si rivelò diverso da ogni⋯