Il mondo si muove continuamente
Le nuvole, gli alberi, il cielo, l’acqua, gli esseri umani: tutto ondeggia, dondola e tremola. Uno dei nostri problemi è che cerchiamo sempre di fermare le cose. Sentiamo il bisogno di negare, di nascondere o di eliminare quell’agitazione. Chiediamo alla realtà di essere ordinata, composta e prevedibile. Ma la realtà non obbedisce mai.

Crediti
 • Alan Watts •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Juan Gris ⋯ Non sottomettersi a Tlön
34% Jorge Luis BorgesPercorsi
Dieci anni fa, bastava una qualunque simmetria con apparenza di ordine – il materialismo dialettico, l’antisemitismo, il nazismo – per mandare in estasi la gente. Come, allora, non sottomettersi a Tlön, alla vasta e minuziosa evidenza di un pianeta ordina⋯
Poveri
23% Autori VariPercorsi
Molto spesso si tende a prestare attenzione solo a ciò che è materiale, misurabile quantitativamente. Così siamo portati a considerare la miseria che regna in questa società unicamente dal punto di vista della povertà materiale, in altre parole della manca⋯
⋯ Balthus ⋯Il pensiero è condizionamento
22% Jiddu KrishnamurtiPercorsi
Il pensiero altro non è se non reazione, non è creazione, è condizionamento. La materia è tutto ciò che esiste, cioè la natura e tutti gli esseri umani, reagiscono fisicamente sorretti dal pensiero, e il pensiero è un processo materiale; quindi, in Natura⋯
 ⋯ Pascale Pratte ⋯ Oltre al corpo siamo anche qualcos’altro
22% PercorsiTiziano Terzani
Se oltre al corpo siamo anche qualcos’altro, quel qualcosa non viene però nutrito bene, non viene annaffiato. Mentre i nostri sensi sono continuamente rimpinzati di tutto quel che possono desiderare – suoni, odori, cose da vedere -, l’anima, se esiste, fa⋯
 ⋯ La scrittura, un dono divino
19% Demetrio DuccioPercorsi
L’atto di scrivere, quando si tratti di una scrittura spontanea, non ordinata da scopi pratici o didattici, è guidato da istinti narcisistici, eccessivi o necessari alla sopravvivenza. Dal desiderio inviolabile di comunicare, di frugare nell’ignoto, di ad⋯
 ⋯ Inaspettata gioia
18% Jack KerouacPercorsi
Fluttuare leggero sopra un abisso è come la vita, quando, senza averlo premeditato, perdiamo i nostri preconcetti nel turbinio e nel pericolo delle cose reali che accadono, e ci riempiamo di un’improvvisa inaspettata gioia, di un’agitazione rapida transit⋯