⋯
Mio caro d’Artagnan, – aggiunse con una lieve inflessione di amarezza nella voce, – credetemi, nascondete con cura le vostre ferite quando ne avrete. Il silenzio è l’ultima gioia degli infelici; guardatevi dal mettere chicchesia sulle tracce dei vostri dolori, i curiosi succhiano le nostre lacrime come le mosche fanno con il sangue di un daino ferito.

Crediti
 • Alexandre Dumas •
 • I tre moschettieri •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ L’inconsolabile
43% Cesare PaveseFrammentiTeatro
ORFEO: È andata così. Salivamo il sentiero tra il bosco delle ombre. Erano già lontani Cocito, lo Stige, la barca, i lamenti. S’intravvedeva sulle foglie il barlume del cielo. Mi sentivo alle spalle il frusciò del suo passo. Ma io ero ancora laggiù e avev⋯
 ⋯ Il cacciatore
36% Autori VariFrammenti
Molto tempo fa viveva un famoso cacciatore. Un giorno, mentre stava tornando a casa portando degli uccelli che aveva cacciato, vide un piccolo serpente dai colori splendenti e vivaci, che aveva un aspetto amichevole. Il cacciatore si fermò e lo osservò pe⋯
⋯  ⋯Diventando ombre
33% FrammentiJames Joyce
«Il laccio di una sottoveste penzolava fino al pavimento. Uno stivaletto stava dritto, con la parte superiore floscia all’ingiù: l’altro giaceva su un fianco. Si meravigliò del tumulto di emozioni di un’ora prima. Da cosa era derivato? Dalla cena delle zi⋯
 ⋯ La sofferenza dell’essere bella
26% Alessandro BariccoFrammenti
Elena è una donna sola che vuole tornare a casa. Stanca di essere guardata, di essere additata come causa primordiale di tutte le sciagure o come causa di morte di migliaia di persone, accecate dal vapore velenoso del suo splendore. Ogni volta che si affo⋯
⋯ Alberto Sughi ⋯In ogni foglia tutte le foglie
24% Alessandro ZignaniFrammenti
Nei pochi anni in cui venne confinato nel manicomio, Hans imparò ad osservare la natura come non aveva mai fatto prima. In breve, i ricordi sommersero a tal punto la sua coscienza che non poté più osservare fuori della sua finestra il trascolorare del gio⋯
Stefan Zsaitsits ⋯ White SocksPer cosa piangeva?
22% Fëdor DostoevskijFrammenti
La sua anima piena di entusiasmo estatico agognava la libertà, lo spazio, la vastità. Su di lui ampia, sconfinata, si rovesciò la cupola celeste, colma di quiete stelle scintillanti. Dallo zenit fino all’orizzonte si biforcava la Via Lattea, ancora indist⋯