⋯ Nicola Verlato ⋯

Il destino di qualsiasi ricerca è imbattersi nel “Muro della terra” oltre il quale si estendono i “luoghi non giurisdizionali”, dove la ragione non ha più vigore al pari di una legge fuori del territorio in cui vige. Questi confini esistono: sono i confini della scienza; è da lì che comincia la ricerca poetica.

Crediti
 • Giorgio Caproni •
 • Pinterest • Nicola Verlato  •  •

Similari
 ⋯ Nessuna teoria scientifica è insostituibile
69% Michele MarsonetPercorsi
Tempo fa destò scalpore la notizia che al CERN si era dimostrata la possibilità da parte dei neutrini di superare la velocità della luce. Alcuni si affrettarono a commentare che è troppo presto per archiviare Einstein. Giustissimo, chi mai oserebbe negarl⋯
  ⋯ Roma Town Site
57% PercorsiUldio Calatonaca
Roma, lo dico subito, nell’ultima trentina d’anni è cambiata poco o nulla; o meglio lo ha fatto un po’ in male e un po’ anche in bene. Io, romano che trenta anni fa era ventenne, non capisco cosa è davvero peggiorato: mondezza trasporti sanità delinquenza⋯
 ⋯ La ragione ci ha fatto dimenticare le favole
31% Percorsi
La soluzione ai problemi umani non può venire dalla ragione, perché proprio la ragione è all’origine di gran parte di quei problemi. La ragione è dietro all’efficienza che sta progressivamente disumanizzando le nostre vite e distruggendo la terra da cui d⋯
Leslie Ann OMovimento senza centro o direzione
29% PercorsiUppaluri Krishnamurti
Quando si dice “stato naturale” non si sta parlando di una dimensione statica, bensì di qualcosa di intrinsecamente dinamico, un movimento perpetuo senza centro o direzione; né si deve intendere per “natura” la ricerca romantica e nostalgica di una condiz⋯
Aela LabbéPater Noster
25% Anna Maria TocchettoPercorsi
Dalla tua poltrona dominavi il mondo. Solo il tuo punto di vista era giusto. Tu eri per me misura delle cose. Ai miei occhi assumevi l’aspetto enigmatico dei tiranni, la cui Legge si fonda sulla loro persona, non sul pensiero. • Frank Kafka • L’Edipo non ⋯
 ⋯ Tutto non è altro che aria
25% PercorsiThomas Bernhard
Prima che si ritirasse in camera sua, «non per dormire, ma solo per piangere tra me e me nel silenzio dell’orrore, per singhiozzare dentro di me», come diceva lui, disse: «Come s’è disgregata ogni cosa, come s’è dissolta, come si sono dissolti tutti i pun⋯