Nascita di tutto ciò che è grande
L’essenza della filosofia non è di rendere le cose più facili e leggere, ma al contrario di renderle più difficili e pesanti. E questo, non a caso: infatti il suo modo di comunicare appare inconcepibile e addirittura pazzesco per il senso comune. Il compito autentico della filosofia consiste in realtà piuttosto nell’appesantimento dell’esserci storico e, in ultima analisi, dell’essere stesso. L’appesantimento conferisce alle cose, all’ente, il loro peso (d’essere). E questo perché? Perché l’appesantimento costituisce una delle condizioni fondamentali, essenziali, per la nascita di tutto ciò che è grande.

Crediti
 Martin Heidegger
 Introduzione alla metafisica
 SchieleArt •   • 




Quotes per Martin Heidegger

Caos è il nome che indica un peculiare pre-oggetto del mondo nella sua totalità e del signoreggiare cosmico.

Ma ciò che così appare ancora come fondamento, se viene esperito partendo da esso stesso, è presumibilmente qualcos'altro di ancora non detto, per cui l'essenza della metafisica è altro dalla metafisica.

Potrebbe essere proficuo staccarsi dall'abitudine di star ad ascoltare soltanto quello che risulta subito chiaro.

Insegnare è più difficile dell'imparare, perché insegnare significa: far imparare. Chi propriamente insegna non fa imparare null'altro che questo imparare.

L'essere dell'uomo si fonda nel linguaggio ma questo accade autenticamente solo nel colloquio. Noi siamo un colloquio, e questo vuol dire: possiamo ascoltarci l'un l'altro. [...] Ma l'unità di un colloquio consiste nel fatto che di volta in volta nella parola essenziale è, manifesto quell'uno e medesimo su cui ci troviamo uniti, sul fondamento del quale siamo uniti e siamo quindi autenticamente noi stessi. Il colloquio, con la sua unità, sorregge il nostro esserci.