Nell'altrove della sua balbettata demenza

Nello spartito rossiniano il frantumare frastico del solfeggio corrisponde alla variante perpetua della de-composizione musicale. L’incoscienza più che infantile se ne infischia, in quanto disindividuazione, nella sua garantita assenza di pensiero. Nell’altrove della sua balbettata demenza. Rossini nella testa ha un campanello (melologo, duetto, concertato e coro). Che tinnisce impazzito dentro il vuoto dei non più ruoli in confusione intestimoniabile. Dà per sempre inimitato.

Crediti
 Carmelo Bene
 Vita di Carmelo Bene
 Pinterest •   • 




Quotes per Carmelo Bene

La felicità è nel differirla, non nell'averla. Nell'averla c'è la noia di averla avuta. L'infelicità non è infelice, così come la felicità non può esser felice.

Ho sempre definito il carattere, una seggiola per attori paralitici.

Minerale inclementia tua è mancata a gli occhi
s'è fuor dell'arte illusa che in beata
mistica statuaria l'apparenza
t'ha plasmato Quell'arte
al vuoto infausta
invidiata matrice de' larvati
capolavori 'n che
superba insulta inanimata tregua
d'assenti cose in storica immortale
gognaltare similvive morenti
rappresentar 'mirata
dall'orda de l'umano in suo crepuscolo
racconsolata invasa d'impensato
a tratti anch'essa
estatica miserrima
in non sa.  l mal de' fiori

I giovani sono più fregati di noi. Non leggono, non hanno vere curiosità. Si gonfiano di slogan che sostituiscono alla cultura e spacciano per cultura, senza aver nulla da dire. Urlano e fanno rumore. Sono già pronti per l'archivio. La nostra è una società che archivia tutto, mette tutto in grandi scaffali. Sono le riforme, le così decantate riforme.  Panta Bene

Per capire un poeta, un artista, a meno che questo non sia soltanto un attore, ci vuole un altro poeta e ci vuole un altro artista.