Noi non ci apparteniamo
È strarisaputo che il discorso non appartiene all’essere parlante. Lo so, mi sa: l’essere è il nulla, dunque noi non ci apparteniamo; quando crediamo d’esser noi a dire, siamo detti. Nel discorso, l’arroganza volitiva d’ogni mia intenzione è irrimediabilmente frustrata, e dal momento che non siamo noi i dicenti ad argomentare in voce ciò che ci frulla in mente, così come non sei – puoi dire – nulla. Questa mia voce è me attraverso un medium equivoco d’un discorso altro dal presupposto “mio discorso“. Il dire è la messa in voce Altra da questo o quel pensiero argomentato, voce che perciò dice nulla. Si può solo dire nulla, destinazione e destino d’ogni discorso. Ma solo questo nulla è proprio quel che si dice: la verità del discorso intesa come esperienza stessa del suo errore. Altro non resta che, in tutto abbandono, lasciarsi comprendere dal discorso senza appunto la nostra volontà di intenzione.
«Codesto solo oggi possiamo dirti
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo
».

Crediti
 • Carmelo Bene •
 • Pinterest • Luciana Urtiga  •  •

Similari
⋯ Vincent van Gogh ⋯Si può solo dire nulla
61% Carmelo BeneFrammenti
Si può solo dire nulla: destinazione e destino di ogni discorso. Ma solo questo nulla è proprio quel che si dice. La verità del discorso intesa come esperienza stessa del suo errore. Altro non resta che, in tutto abbandono lasciarsi comprendere dal discor⋯
 ⋯Panta Rei
43% AnonimoPercorsi
Diceva Eraclito, più di duemila anni fa, che non ci si bagna mai due volte nella stessa acqua di un fiume. Dicevano i Greci, sempre più di duemila anni fa, che l’adunaton, l’impossibile per eccellenza, è che ciò che è avvenuto possa non essere avvenuto. O⋯
  ⋯ Roma Town Site
42% PercorsiUldio Calatonaca
Roma, lo dico subito, nell’ultima trentina d’anni è cambiata poco o nulla; o meglio lo ha fatto un po’ in male e un po’ anche in bene. Io, romano che trenta anni fa era ventenne, non capisco cosa è davvero peggiorato: mondezza trasporti sanità delinquenza⋯
 ⋯ Spirito spietato
37% Friedrich HölderlinPercorsi
“Cos’è l’uomo?” cominciavo a chiedermi; “com’è possibile esista al mondo qualcosa che fermenta come un caos, o che imputridisce come un albero marcio, e non perviene mai a maturazione? Come può sopportare la natura quest’uva acerba accanto ai suoi grappol⋯
⋯  ⋯I Mikrogramme e la poesia di Robert Walser
34% Antonio DevicientiPercorsi
L’impressione che si ha nell’ avvicinarsi ai manoscritti dei “microgrammi” walseriani è quella di una pazienza che sembra voler essere la stessa della natura quando quest’ultima, non vista e per così dire silenziosa, lascia accumulare strati su strati di ⋯
The DhammapadaCosa intendo quando dico solo libertà?
28% Osho RajneeshPercorsi
La libertà può essere di tre tipi, e quei tre tipi devono essere capiti bene. Il primo è la libertà da, il secondo è la libertà per, ed il terzo è soltanto libertà – né da né per. Il primo, libertà da, è una reazione: è orientata al passato; stai lottando⋯