Gustave Doré ⋯
Non aspettar mio dir più né mio cenno;
libero, dritto e sano è tuo arbitrio,
e fallo fora non fare a suo senno:
per ch’io te sovra te corono e mitrio.

Crediti
 • Dante Alighieri •
  • Virgilio •
 • Pinterest • Gustave Doré  • The Dore Gallery of Bible Illustrations •

Similari
Egon Schiele ⋯ Crouching Nude GirlSilenziosa luna
53% Giacomo LeopardiPoesieSchiele Art
Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai, Silenziosa luna? Sorgi la sera, e vai, Contemplando i deserti; indi ti posi. Ancor non sei tu paga Di riandare i sempiterni calli? Ancor non prendi a schivo, ancor sei vaga Di mirar queste valli? Somiglia alla tu⋯
Gustave Doré ⋯ Vien dietro a me, e lascia dir le genti
36% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Vien dietro a me, e lascia dir le genti: sta come torre ferma, che non crolla già mai la cima per soffiar di venti; ché sempre l’omo in cui pensier rampolla sovra pensier, da sé dilunga il segno, perché la foga l’un de l’altro insolla.
Gustave Doré ⋯ Mostrava come i figli si gittaro
28% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Mostrava come i figli si gittaro sovra Sennacherìb dentro dal tempio, e come, morto lui, quivi il lasciaro
Gustave Doré ⋯ Fer la città sovra quell’ossa morte
28% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Fer la città sovra quell’ossa morte; e per colei che ‘l loco prima elesse, Mantüa l’appellar sanz’altra sorte.
Gustave Doré ⋯ Ruth e BoazLà sovra Cariddi
28% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Come fa l’onda là sovra Cariddi, che si frange con quella in cui s’intoppa, così convien che qui la gente riddi.
Gustave Doré ⋯ Arrivo del samaritano alla locandaAhi quanto cauti li uomini esser dienno
24% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Ahi quanto cauti li uomini esser dienno presso a color che non veggion pur l’ovra, ma per entro i pensier miran col senno!