Non voglio piegarmi
Mi rifiuto di sottomettermi alla paura
che mi toglie la gioia della libertà,
che non mi lascia rischiare niente,
che mi fa diventare piccolo e meschino,
che non mi lascia essere diretto e franco,
che mi perseguita e occupa negativamente la mia immaginazione.
Non voglio alzare barriere per paura della paura. Io voglio vivere e non voglio rinchiudermi.
Non voglio essere amichevole per paura di essere sincero.
Voglio che i miei passi siano fermi perché sono sicuro e non per coprire la paura.
E quando sto zitto, voglio farlo per amore
e non per timore delle conseguenze delle mie parole.
Non voglio credere a qualcosa
solo per paura di non credere.
Non voglio piegarmi
solo per paura di non essere amabile,
non voglio imporre qualcosa agli altri
per paura che gli altri possano imporre qualcosa a me.
Non voglio fuggire indietro verso il “vecchio” per paura di non sentirmi sicuro nel nuovo.
Non voglio farmi importante
perché ho paura di essere altrimenti ignorato. Dalla paura voglio strappare
il dominio e darlo all’amore.

Crediti
 Rudolf Steiner
 Forgiando L'armatura
 Pinterest • Nicola Samorì  • 




Quotes per Rudolf Steiner

Esiste una sola via per spogliarsi dei propri difetti e delle proprie debolezze: riconoscerli esattamente. […] Chi si abitua alla verità verso se stesso, si apre la porta alla visione superiore.

Se un minerale viene frantumato, esso non risente dolore ma al contrario piacere e voluttà: una cava di pietre è percorsa da fiotti di piacere, quando la roccia viene spezzata e frantumata. Provocherebbe invece dolore fortissimo il tentativo di voler ricomporre tutti quei frammenti.

Il mero concetto di dovere esclude la libertà perché non vuole riconoscere l'elemento individuale, esigendone invece la sottomissione ad una norma generale. La libertà dell'agire è concepibile solo dal punto di vista dell'individualismo etico.

Potrai godere appieno del cuore e dell'affetto di un iniziato: egli ti affiderà il suo segreto solo quando ne sarai maturo. Lo potrai adulare, lo potrai torturare; nulla varrà a determinarlo a svelarti qualcosa che egli sa di non doverti confidare, perché al gradino della tua evoluzione non sei ancora in grado di accogliere in modo giusto quel mistero nella tua anima.  L'iniziazione

Se strappiamo dalla terra una pianta con la sua radice, questo fa male alla Terra intera, produce dolore all'anima della pianta. Questo è un dato di fatto. Invece non si deve credere che faccia male alla Terra quando si colgono i fiori: tutt'altro! Quando per esempio viene mietuto il grano, lo sguardo chiaroveggente vede espandersi per la Terra dei veri fiotti di benessere.  Universo terra uomo