89 Clouds
Nell’orientare, fin dall’inizio, gli studenti verso scopi professionali, necessariamente si lascia sfuggire un qualcosa di stimolante che ha il potere immediato della creazione. La misteriosa tirannide dell’idea dell’utilità – della professione, del guadagnarsi da vivere – è la più profonda delle falsificazioni e la morte più profonda del futuro dello scibile. Ciò che c’è di più terribile è che tutte queste falsificazioni, in particolare quella dell’utilità, raggiungono al centro della vita creatrice annientandola e, dal momento che la vita degli studenti è soggetta al concetto di utilità e di professione, una simile idea esclude la scienza, esclude il progresso, esclude la saggezza, esclude la conoscenza e persino esclude la stessa realizzazione del mondo moderno.

Crediti
 • Walter Benjamin •
 • Pinterest • Mark Strand 89 Clouds •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
682% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

Friedrich NietzscheUn nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
250% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯

 ⋯ Res Idiotica
229% ArticoliPatrick J. Deneen
I miei studenti sono degli ignoranti. Sono assai simpatici, piacevoli, affidabili, per lo più onesti, benintenzionati e senz’altro per bene. Ma i loro cervelli sono in gran parte vuoti, privi di qualsiasi conoscenza sostanziale che possa considerarsi il f⋯

⋯  ⋯Scelta di una professione
227% Karl MarxSocietà
 Considerazioni di un giovane in occasione della scelta di una professione. All’animale la natura stessa ha fissato la sfera d’azione entro cui deve muoversi, ed esso la occupa tranquillamente, senza tendere più lontano, senza neppure presagirne un’altra.⋯

Renato Guttuso ⋯ LL’anno della rivoluzione
215% Maurice Rapport
Sotto un livido cielo di gennaio, un convoglio di slitte trainate da cavalli avanzava lasciando le sue scie in una pianura imbiancata di neve. La processione si fermò a una sbarra, e i passaporti dei passeggeri vennero esaminati da un sergente; un vecchio⋯

 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
209% ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯