Oggetto di riflessione
Il pensiero non è ciò che abita una condotta e le dona senso; piuttosto, il pensiero è ciò che permette una certa distanza da una maniera di agire o di reagire, ciò che rende possibile fare di quella maniera di agire o reagire, un oggetto di riflessione e di renderla disponibile per l’analisi dei suoi significati, delle sue condizioni e dei suoi fini. Il pensiero è la libertà che si ha in rapporto a ciò che si fa, il movimento attraverso il quale ci si stacca da se stessi, ci si costituisce come un oggetto e si riflette su tutto questo movimento come problema.

Crediti
 • Michel Focault •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Aëla Labbé ⋯ Agire e reagire
146% Michel FoucaultSocietà
La libertà è ciò che fai di quel che ti è stato fatto. • Jean-Paul Sartre Il pensiero non è ciò che abita una condotta e le dona senso; piuttosto, il pensiero è ciò che permette una certa distanza da una maniera di agire o di reagire, ciò che rende possib⋯
Egon Schiele ⋯ SunflowerL’essenza del testo
57% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso Il piacere del testo analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a leggere fino a farsi del male! Fino⋯
Egon Schiele ⋯ L’«io penso»
39% Étienne GilsonSchiele Art
Nulla dunque vieta al realista di passare, per via di analisi riflessiva, dall’oggetto presente nella conoscenza all’intelletto, e poi dall’intelletto al soggetto conoscente. È pacifico che questo è l’unico metodo a sua disposizione per sapere qualcosa ci⋯
⋯ Roberto Barni ⋯Diagnosticare il presente
36% FilosofiaMichel Foucault
La filosofia da Hegel a Sartre è stata essenzialmente un’impresa di totalizzazione, se non del mondo, se non del sapere, almeno dell’esperienza umana, e dirò che forse se adesso esiste un’attività filosofica autonoma, se può esserci una filosofia che non ⋯
Egon Schiele ⋯ FischerbootBiografia dell’interprete
35% Angelo U. CrisciSchiele Art
il «puro», detto del pensiero, sta a significare intanto il liberarsi o evincersi del pensiero da ciò che, sembrando arricchimento o integrazione, è in realtà una limitazione, che gli proviene dall’esterno e che resta esterna. Cosicché l’interpretare un p⋯
 ⋯ L’etica e l’estetica del sè
33% IdeeMichel Foucault
Se consideriamo, per esempio, Stirner, Schopenhauer, Nietzsche, oppure il dandysmo, Baudelaire, l’anarchia, o il pensiero anarchico, ci troviamo sempre di fronte a una serie di tentativi, ovviamente del tutto differenti gli uni dagli altri, che sono però ⋯