Ogni causa di morte naturale è malattia
Riguardo alla salute, che è il secondo desiderio naturale – il primo è quello di vivere a lungo – la faccenda è del tutto intricata. Ci si può sentire sani (a giudicare dalla piacevole sensazione della propria vita), ma non si può mai sapere di esserlo. Ogni causa di morte naturale è malattia: la si avverta o no. Ci sono molte persone di cui si dice, senza volerle per questo canzonare, che saranno sempre malaticce, ma mai malate; la loro dieta consiste in un’alterna oscillazione tra la trasgressione e la regola, e vanno molto avanti nella vita, se non per attestazione di forza vitale, certo per longevità. A quanti sono sopravvissuto dei miei amici o conoscenti che, avendo scelto definitivamente un genere di vita regolato, si vantavano d’una perfetta salute: intanto il germe della morte (la malattia), prossimo a svilupparsi covava inavvertitamente in loro, e chi si sentiva sano non sapeva d’essere malato; perché la causa di una morte naturale non può dirsi altro che malattia. Ma la causalità non si può sentire, per riconoscerla occorre l’intelletto, il cui giudizio può essere erroneo; la sensazione è invece infallibile, ma possiamo dirla tale solo se ci sentiamo malati; ma se anche non ci si sente così, può tuttavia celarsi nell’uomo ed essere pronta a un rapido sviluppo; perciò la mancanza della sensazione non consente all’uomo di dir altro sul suo stato se non che egli è all’apparenza sano. La longevità dunque, se si guarda retrospettivamente, può essere segno solo della salute goduta, e la dialettica dovrà dimostrare la sua abilità o la sua scienza innanzitutto nell’arte di prolungare non di godere la vita.

Crediti
 • Immanuel Kant •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
1845% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

 ⋯ La scrittura delle donne
1210% ArticoliCixous HélèneSocietà
Héléne Cixous rilegge il saggio di Freud sulla Testa di Medusa per rivendicare il potere dell’écriture feminine, della scrittura femminile. Da terrificante e mostruosa, Medusa si trasforma in una figura sorridente e sovversiva in grado di destabilizzare l⋯

 ⋯ Sapere di non essere
1149% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯

 ⋯ Il mercantile
942% IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯

 ⋯ Il Codice di Hammurabi
895% ArticoliStorieWikipedia
Quando Anu il Sublime, Re dell’Anunaki, e Bel, il signore di Cielo e terra, che stabilirono la sorte del paese, assegnarono a Marduk, il pantocratore figlio di Ea, Dio della giustizia, il dominio su ogni uomo sulla faccia della terra, e lo resero grande f⋯

 ⋯ Impero, vent’anni
837% Autori VariPolitica
Vent’anni fa, quando è stato pubblicato il nostro libro Impero, i processi economici e culturali della globalizzazione erano al centro della scena: tutti potevano vedere che stava emergendo qualcosa come un nuovo ordine mondiale. Oggi la globalizzazione è⋯