⋯  ⋯
Parigi. Cammino per le strade. Tormento Henry che mi riempie la testa di strade, di nomi di strade. Gli dico: “Invece di un pensiero, adesso mi porto dietro il nome di una strada nuova. Penso alle strade, le guardo dall’autobus. Non ho più idee, mi limito ad osservare, a guardare, ad ascoltare. Rue de Faubourg du Temple, Piazza Montholon. Cosa si ha quando si ha il nome di una strada?“.”Niente“, risponde Henry. La mia testa ora è vuota, è piena di strade. Può darsi che uno non abbia niente quando ha il nome di una strada, ma uno possiede una strada al posto di un pensiero; e lentamente la terra, la strada, i fiumi guadagnano terreno, riempiono la testa di rumore, odori, immagini e la vita interna recede, si ritira. Questo avanzare della vita, questo ritirarsi della meditazione fu la mia salvezza. Ogni strada rimpiazzava un sospiro inutile, un rancore, un rammarico, un rodersi interno. Square Montholon trionfa sulle lunghe ore spese nel costruire una comunione immaginaria, ideale, con mio padre. Profumi, clacson e il turbine del traffico disperde i fantasmi. Mi lascio vivere, mangio in tutti i ristoranti di Parigi. Vado a tutti i teatri, voglio conoscere tanta gente, possedere una mappa della realtà come Henry possiede la mappa di Parigi o di Brooklyn…Venite Piazza Montholon, Boulevard Jean Jaurès, Rue Saint Martin, come dadi allegri a danzare nella mia testa vuota.

Crediti
 • Anais Nin •
 • Pinterest •   •  •

Similari
⋯  ⋯Sexistenza
54% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯
 ⋯ Leviamoci questo pensiero
49% FrammentiLuigi Pirandello
Lo credevano senza cuore, perché egli non piangeva. Ma dimostrava forse il pianto la intensità del dolore? Dimostrava la debolezza di chi soffre. Chi piange vuol far conoscere che soffre, o vuole intenerire, o chiede conforto e commiserazione. Egli non pi⋯
 ⋯ I botoli ringhiosi
40% Autori VariFrammenti
Quando Dante, ospite ingrato, definì gli aretini “botoli ringhiosi”, le sue intenzioni erano offensive. Di quell’insulto gli aretini hanno fatto un motivo d’orgoglio, e direi giustamente, se ci si ricorda perché il sommo poeta ci appiccicò quell’etichetta⋯
Egon Schiele ⋯ Osserva la strada da vicino
39% Carlos CastanedaFrammenti
La decisione di proseguire su quella strada o di abbandonarla deve essere presa indipendentemente dalla paura o dall’ambizione. Ti avverto: osserva la strada da vicino e senza fretta, provala tutte le volte che lo ritieni necessario e poi rivolgi a te ste⋯
⋯  ⋯L’intelligenza e la stupidaggine
36% Aleksandr Zinov’evFrammenti
Le qualità dell’individuo sociale, scriveva lo Schizofrenico, possono essere suddivise in positive e negative. Esempio delle prime: l’intelligenza. Esempio delle seconde: la stupidaggine. Io desidero attirare l’attenzione sul fatto che le prime non posson⋯
Ciò che non vorremmo sentire… piuttosto continuare a morire…
32% Cesare PaveseFrammenti
Quella notte, a Oakland, andai a fumare una sigaretta sul’erba, lontano dalla strada dove passavano le macchine, sul ciglione vuoto. Non c’era luna ma un mare di stelle, tante quante le voci dei rospi e dei grilli. Quella notte, se anche Nora si fosse las⋯