Sogno fatto da svegli

⋯ Balthus ⋯ La speranza è un sogno fatto da svegli. ⋯

Ammirazione dei servitori

Egon Schiele ⋯ Doppio autoritratto
Più di un uomo ha meravigliato il mondo, senza che sua moglie e il suo valletto abbiano mai visto in lui qualcosa di rimarchevole. Pochi uomini hanno goduto dell’ammirazione dei loro servitori. ⋯

La ricerca

 ⋯
Non possiamo non convenire che la conclusione della ricerca smentisce se stessa e decade anch’essa nel mito, ma una volta raggiuntala non ci è dato evitarla, senza cadere in contraddizioni ancora più manifeste. Allo stato attuale delle cose, insomma, dobbiamo riconoscere di non avere ⋯

Regno dell’arte e della scienza

Egon Schiele ⋯
Quando il mondo cessa di essere il luogo dei nostri desideri e speranze personali, quando l’affrontiamo come uomini liberi, osservandolo con ammirazione, curiosità e attenzione, entriamo nel regno dell’arte e della scienza. ⋯

Tempi eroici del giornalismo

Turtle House ⋯la casa di Tiziano Terzani a Bangkok
Sai, erano i tempi eroici del giornalismo… prima che il giornalismo, maledettamente distrutto dalla televisione nel suo tentativo di imitarla, è stato costretto a diventare spettacolo.
In quegli anni si scriveva davvero. Purtroppo la televisione, riducendo i tempi dell’attenzione che l’uomo riesce ormai a ⋯

Lottatori

Egon Schiele ⋯
Buio mi sembrò, e raffermo,
nel cielo degli uomini
il pane degli astri.
Eppure nella stretta delle loro mani
scoprivo la fatica di quelle stelle
che ne chiamano a raccolta altre
mentre migrano al di là del ponte
ancora trasognate.
Ne ho raccolto il ⋯

Ammirare e disprezzare

⋯  ⋯
Un saggio chiese a un pazzo quale fosse la strada per la felicità.
Senz’indugio, come uno cui fosse richiesta la strada per la città più vicina, costui rispose: «Ammira te stesso e vivi per le strade!».
«Basta,» esclamò il saggio «tu pretendi troppo, mi ⋯

L’antinomia

Egon Schiele ⋯
L’artista si sveglia dal suo sogno per essere violentemente riafferrato dalla problematicità della vita. Era sogno o realtà? E se era realtà perché doverne uscire? Perché dall’infinito decadere di nuovo nel finito? Come concepire il ponte o il salto dall’infinito al finito e viceversa? ⋯

Perché ci siamo abituati

⋯ John William Waterhouse ⋯ Ciò che appartiene all’essenza del mondo, il linguaggio non può esprimerlo. Perciò non può dire che tutto scorre. Il linguaggio può dire soltanto ciò che noi potremmo immaginare altrimenti. Che tutto scorra deve trovarsi nell’essenza del contatto del linguaggio con la realtà. O meglio: ⋯

L’amore per gli animali

Egon Schiele ⋯
L’amore per gli animali è bello e nobile solo se nasce dal più vasto e generico amore per tutto il mondo vivente, il nucleo deve rimanere l’amore per gli uomini. ⋯

La democrazia è demagogia

⋯  ⋯
La democrazia è demagogia nella definizione di Hobbes. Come nelle competizioni elettorali di Lewis Carroll, arrivare primi o ultimi è la stessa cosa. Il tema è solo uno, la poltrona. Votare questo o quello è del tutto indifferente. La gente, beata, crede di aver ⋯

L’umorismo può alleviare la sofferenza

Egon Schiele ⋯ La coscienza è in gioco anche nell’umorismo la cui essenza sta nel guardare a se stessi come creature ridicole, ecco cosa lo accomuna alla malinconia e alla depressione. La differenza, rispetto a queste ultime, sta nel fatto che l’umorismo può alleviare la sofferenza e ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi