Sogno del sentimento

Egon Schiele ⋯ Il pensiero è soltanto un sogno del sentimento. ⋯

Armonia con voi stessi

Nicola Samorì ⋯
Io posso parlare del bene che è in voi, ma non del male. Poiché il cattivo non è che un buono torturato dalla fame e dalla sete. In verità, quando il buono è affamato cerca cibo anche in una caverna buia e quando è ⋯

Sopportare l’ombra

Egon Schiele ⋯ Non avessi mai visto il sole avrei sopportato l’ombra, a la luce ha aggiunto al mio deserto una desolazione inaudita. ⋯

Le idee altrui

 ⋯
Ho imparato a rispettare le idee altrui, ad arrestarmi davanti al segreto di ogni coscienza, a capire prima di discutere, a discutere prima di condannare. E poiché sono in vena di confessioni, ne faccio ancora una, detesto i fanatici con tutta l’anima. I ⋯

La solitudine

Egon Schiele ⋯
L’unico status mentale, spirituale e talvolta necessariamente fisico, in cui si riesce ad ottenere un contatto con l’assoluto, dentro di sé o fuori di sé stessi. Intendo la solitudine come scelta, non l’isolamento che è sinonimo di abbandono e quindi di una scelta operata ⋯

Domanda che contiene la risposta

 ⋯ Mancanza che non muove sul filo del desiderio, domanda che contiene già la sua risposta, dove ciò che si desidera non muovendo, altro non è che una presenza già contenuta nella stessa mancanza, perché se così non fosse, non potrebbe mancare chi manca. Ciò ⋯

Ricordare il niente

 ⋯ Restare passato non significa essere passato, ma passato dell’essere, essere stato e non essere stato: dove il passato sia l’essenza, l’essenza è passata senza essere mai, e conservare nel ricordo ciò che è stato è conservare il suo non essere; dove sembra che qualcosa ⋯

Se ce ne fosse uno

Egon Schiele ⋯ Non può esserci un Dio perché, se ce ne fosse uno, non crederei che non sia io. ⋯

Non ne posso più della gente cattiva

 ⋯
Non ne posso più del dolore che sento e vedo, capo. Non ne posso più di vivere in strada, solo come un pettirosso sotto la pioggia. Mai un amico da andarci assieme, un amico che mi dice da dove veniamo e dove stiamo ⋯

Essere capiti

Egon Schiele ⋯ Forse non si desidera tanto essere amati quanto essere capiti. ⋯

La morte allo specchio

Herbert List ⋯
Lacan nel Seminario X dice che l’amore è sempre amore per il nome. Amare il nome, non è amare un nome perché quel nome ci piace, ma quel nome che è lo stesso essere, non che da questo è portato o si fa portare, ⋯

Perché un’altra vita esista

Egon Schiele ⋯
Quando l’inizio di una vita è stato dominato dal senso della morte, il passare del tempo finisce per somigliare a una regressione verso la nascita, a una riconquista delle tappe dell’esistenza. Morire, vivere, soffrire e nascere sarebbero i momenti di questa evoluzione al rovescio. ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi