Parola di scrittura
La parola non dialettica è appunto intransitiva, ossia sospende la struttura attributiva e referenziale del linguaggio, e dunque non descrive o non rappresenta la morte. Tuttavia lo spazio in cui si dispiega questa parola non dialettica, che è una parola di scrittura (Blanchot), è uno spazio travagliato in definitiva dalla morte stessa come alterità assoluta e come infinita passività. In altri termini, la morte nella sua assoluta alterità non può essere detta né pensata, ma ciò non implica il silenzio, poiché la morte può essere scritta: la scrittura è quella dimensione non dialettica della parola in cui risuonano l’alterità assoluta e l’infinita passività del morire.

 
Crediti
 • Gabriele Piana
 • Pinterest • Paul Apalkin  • 

Similari

 ⋯ Il caso Nietzsche
630%  •  ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯


 ⋯ La scrittura delle donne
481%  •  ArticoliCixous HélèneSocietà
Héléne Cixous rilegge il saggio di Freud sulla Testa di Medusa per rivendicare il potere dell’écriture feminine, della scrittura femminile. Da terrificante e mostruosa, Medusa si trasforma in una figura sorridente e sovversiva in grado di destabilizzare l⋯


Egon Schiele ⋯ Femme avec un miroirEpistéme , dialettica platonica, analitica (logica) aristotelica
456%  •  Emanuele SeverinoFilosofiaSchiele Art
Platone scopre non solo che ogni aspetto della realtà sensibile partecipa di una idea, ma anche che le idee non stanno semplicemente l’una accanto all’altra, costituendo una molteplicità priva di leggi, ma formano un ordine immodificabile, cioè stanno tra⋯


 ⋯ L’esperienza e la verità
302%  •  Carlo SiniFilosofia
Il dibattito sulla oggettività e il cosiddetto pensiero forte del nuovo realismo ha trovato ampio spazio soprattutto sul quotidiano «la Repubblica». Può essere utile partire di qui, perché è vero che gli articoli di giornale non consentono quella articola⋯


 ⋯ Le origini romantiche della psicoanalisi e l’obiezione di Nietzsche
231%  •  ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
A differenza di tutti i popoli della terra, l’uomo occidentale un giorno ha detto Io. L’ha annunciato Platone e l’ha esplicitato Cartesio. La psicologia ha catturato questa parola e ne ha fatto il centro della soggettività, dispiegando una visione del mon⋯


Egon Schiele ⋯ Heinrich Benesch e suo fiflio OttoDialettica
215%  •  Autori VariPoliticaSchiele Art
L’uso del termine dialettica all’interno del marxismo si riallaccia direttamente al significato che Hegel le attribuì. Egli stesso, una volta, lo definì in modo telegrafico: «lo spirito di contraddizione organizzato». Con questa concisa sintesi del propri⋯