Pennello e preghiera: la devozione di un artista al suo lavoroIn quei giorni d’agosto del 1888 Vincent Van Gogh si trovava ad Arles. Era arrivato a febbraio, attratto dalla caratteristica luce che inondava quelle zone. L’estate, fino ad allora, era stata magnifica, molto più bella di quelle che aveva visto e vissuto più a nord. Le persone del posto invece si lamentavano perché il tempo non era più come una volta. Bastava che piovesse una mattina o un pomeriggio e finivano per ripetere quella cantilena. È cosí facile perdere la capacità di stupirsi per la bellezza che ci circonda. È cosí facile perdere il filo che ci lega alla meraviglia. A disturbare Vincent era solo il vento: il maestrale che da nord-ovest spirava verso sud. Con quel vento forte che non scemava mai, non c’era modo di tenere fermo il cavalletto. Ci aveva provato infinite volte a stabilizzarlo, inutilmente. Alla fine aveva capito che la soluzione era una soltanto: poggiare la tela a terra. Per dipingere, cosí, era costretto a inginocchiarsi. Chi lo vedeva in quella posizione, pensava che stesse pregando.

Crediti
 Federico Pace
 La più bella estate
 SchieleArt •   • 




Quotes casuali

L'anarchismo non è la visione, basata su congetture, di una società futura, ma la descrizione di un modo di organizzarsi dell'uomo, radicato nell'esperienza della vita quotidiana che funziona a fianco delle tendenze spiccatamente autoritarie della nostra società e nonostante quelle.Colin Ward
Forza impiegata dalle nazioni civili per comporre le dispute che potrebbero diventare moleste se lasciate irrisolte. Secondo vari autori la sua invenzione va attribuita ai Cinesi, ma senza argomenti convincenti. Milton sostiene invece che è stata inventata dal Diavolo per disperdere gli angeli, e tale ipotesi appare suffragata dall'attuale scarsità di angeli in circolazione.polvere da sparo Ambrose Bierce
Il dizionario del diavolo
La stirpe non fa le singulari persone nobili,
ma le singulari persone fanno nobile la stirpe.
Dante Alighieri