Percezione Vs Intuizione
Ci sono psicologi e neurologi convinti che il cervello sia una grande fregatura, mentre altri pensano che sia la macchina più sorprendente dell’universo. Dove si trova la verità? vi chiederete. Nel mezzo? Sorprende pensare che il cervello sia il sottoprodotto di qualcosa come l’evoluzione, che è al comando di una nave e ha il potere di decisione su ciò che concerne la funzione di processi automatizzati, come la respirazione, e su ciò che riguarda i processi discrezionali e coscienti, come cambiare di tono o di partner. A giudicare dalla nostra storia evolutiva, possiamo dire che il nostro cervello sia un buon regista ma attenti perché possiamo ingannarci. Siamo troppo convinti che la percezione che abbiamo del mondo esterno sia sempre corretta, infatti, crediamo a occhi chiusi a tutto ciò che vediamo ma la verità è che non c’è niente di più incerto. Non possiamo fidarci dunque, dell’immagine che il cervello ci offre della realtà, e il paradosso invece, è proprio nel fatto che possiamo fidarci ciecamente della nostra intuizione.

Crediti
 Anonimo
 Pinterest •   • 




Quotes per Anonimo

L'universo si creò a partire di una fluttuazione quantica del vuoto...

La vita, non mi stanca... e anche tu non dovrai stancartene. Vivi! È veramente bello battersi con convinzione, abbracciare la vita e vivere con passione, perdere con classe e vincere osando, perché il mondo appartiene a chi osa. La Vita è troppo bella per essere insignificante.

Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare. Apprendi dagli audaci, dai forti, da chi non accetta compromessi, da chi vivrà malgrado tutto. Alzati e guarda il sole nelle mattine e respira la luce dell'alba. Tu sei la parte della forza della tua vita. Adesso svegliati, combatti, cammina, deciditi e trionferai nella vita; Non pensare mai al destino, perché il destino è il pretesto dei falliti.  Attribuito a Pablo Neruda

L'idea di risurrezione è un'allucinazione, come quelle che si verificano quando qualcuno si droga. Ovviamente, coloro che prendono i farmaci sanno che sono allucinazioni a differenza dei credenti che non sanno che allucinano ma vedono una verità.

Non ha importanza chi o cosa si sta vivendo, nominare è un po' come fermare, cancellare… ed è forse proprio nel non riuscire a dire o ad affibbiare un nome a tal cosa o vissuto, che ci si perde, restando uno nella vita dell'altro.