Perché prendi invano immagini fugaci?

Qui il ragazzo, stanco per la fatica della caccia e il caldo,
si distese, allettato dall’aspetto del luogo e dalla fonte,
e, volendo sedare la sete, un’altra sete gli crebbe,
e mentre beve, rapito dall’immagine dell’aspetto che vede,
s’innamora di una speranza senza corpo; crede sia un corpo ciò che è solo ombra.
Si stupisce egli stesso e, immobile, resta attaccato
al suo volto, come una statua scolpita nel marmo di Paro;
steso a terra, contempla quelle due stelle, i suoi occhi,
e i capelli, belli quanto quelli di Bacco e anche di Apollo,
e le guance lisce e il bianchissimo collo e la bellezza
della bocca e il rossore misto a candore di neve,
e tutto ciò ammira per cui egli è ammirabile.
Si desidera senza saperlo ed egli stesso – colui che ama – si ama,
e mentre brama, si brama e insieme accende e brucia di passione.
Quante volte ha già mandato inutili baci alla fonte che lo inganna,
quante volte le braccia, mentre cercano di abbracciare il collo che vede,
in mezzo alle acque ha già immerso, senza afferrarsi lì dentro!
Non sa che cosa vede, ma è preso da quella figura
e la stessa illusione che lo inganna eccita i suoi occhi.
Ingenuo, perché prendi invano immagini fugaci?
Ciò che vuoi non è in alcun luogo; ciò che ami lo perdi, a voltarti.
Questa, che vedi qui, è un’ombra dell’immagine:
questa non ha nulla di proprio; viene e resta con te
e con te se ne va, se tu potessi andar via.

Crediti
 • Publio Ovidio Nasone •
 • Metamorfosi •
 • III •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Una fonte senza un filo di fango
64% Publio Ovidio NasoneSchiele Art
Così narciso aveva deluso costei , così altre ninfe, nate dalle acque o dai monti, così, prima, frotte di maschi. Finché un giorno uno, disprezzato, levò le mani al cielo e disse :Che possa innamorarsi anche lui e non possedere chi ama! Così disse, e la d⋯
Egon Schiele ⋯ SunflowerL’essenza del testo
63% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso Il piacere del testo analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a leggere fino a farsi del male! Fino⋯
Egon Schiele ⋯ Non può dubitare di lei
55% Luigi PirandelloSchiele Art
È sicura anche lei di toccarmi come mi vede? Non può dubitare di lei. – Ma per carità, non dica a suo marito, né a mia sorella, né a mia nipote, né alla signora qua, come mi vede, perché tutt’e quattro altrimenti le diranno che lei s’inganna. Mentre lei n⋯
Egon Schiele ⋯ LL’abbraccio: opera che parla ai nostri giorni
52% ArticoliDaniel di SchulerSchiele Art
A bocca aperta. Sara rimasto così, Gustav Klimt, vedendo quei fogli dell’album. Come Perugino quando Raffaello gli avrà mostrato quel che papà gli aveva insegnato. Come chi avrà sentire suonare l’ancor più giovane Mozart. Come tutti quelli cui capita di t⋯
 ⋯ I poveri si erano venduti
47% Ascanio CelestiniPoesie
I poveri erano così tanto poveri che presero la loro fame e la misero in bottiglia e se la andarono a vendere. Se la comprarono i ricchi, i ricchi che nella vita avevano mangiato di tutto, dal caviale ripieno all’ossobuco di culo di cane allo spiedo. Però⋯
Egon Schiele ⋯ Valorizza quello che puoi dare
44% AnonimoSchiele Art
Umano, vedo che stai piangendo perché è arrivato il mio momento. Non piangere, per favore, ti voglio spiegare alcune cose. Tu sei triste perché me ne sono andato, ma io invece sono felice perché ti ho conosciuto. Quanti come me ogni giorno muoiono senza a⋯