Perdita irreparabile nelle alterazioni semantiche
Il racconto non ha intenzioni essenziali, non indaga né trasmette una conoscenza o un «messaggio»… Ogni volta che mi è toccato rivedere la traduzione di uno dei miei racconti ho sentito fino a che punto l’efficacia e il senso del racconto dipendessero da quei valori che danno alla poesia e anche al jazz il loro carattere specifico: la tensione, il ritmo, la pulsazione interna, l’imprevisto dentro parametri pre-visti, quella libertà fatale che non ammette alterazione senza una perdita irreparabile. I racconti di questa specie si incorporano come cicatrici indelebili al corpo di qualunque lettore che li meriti: sono creature viventi, organismi completi, cicli chiusi, e respirano.

Crediti
 • Julio Cortázar •
 • Del racconto breve e dintorni •
 • Pinterest •   •  •

Similari
⋯ ⋯I quattro problemi del ‘traduttore della lettera’
458% Alberto BramatiArticoli
La traduzione è nella sua essenza plurale etica dell’ascolto. • Antoine Berman • In Occidente la riflessione sulla traduzione si è fin dalle origini caratterizzata per l’opposizione tra il senso e la lettera. Citando Cicerone, Gerolamo (1993, 66) afferma ⋯

 ⋯ Il caso Nietzsche
332% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

 ⋯ L’esperienza e la verità
249% Carlo SiniFilosofia
Il dibattito sulla oggettività e il cosiddetto pensiero forte del nuovo realismo ha trovato ampio spazio soprattutto sul quotidiano «la Repubblica». Può essere utile partire di qui, perché è vero che gli articoli di giornale non consentono quella articola⋯

Egon Schiele ⋯ Nude Seen from behindMessaggio di vita
207% Jonathan Safran FoerSchiele Art
Cari ragazzi, negli ultimi mesi ho passato moltissimo tempo con Bubbe, quindi l’avevo spesso in mente mentre scrivevo questo libro. In qualche modo aveva senso, visti i temi: la sopravvivenza, la responsabilità generazionale, fine e inizio. Ma ho anche sm⋯

 ⋯ Sapere di non essere
204% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯

Egon Schiele ⋯ Disputa con l’anima
203% Jonathan Safran FoerSchiele Art
Non so. Cosa c’è da non sapere? Non so come ho fatto ad arrivare fin qui – ad avere imparato così tanto, a essermi convinto nel profondo della necessità di cambiare – eppure a dubitare ancora che cambierò. Secondo te c’è speranza? Che cambierai? Che l’uma⋯