⋯
Avevo fame e voi avete fondato un club a scopo umanitario e avete discusso della mia fame. Ve ne ringrazio.
Ero in prigione e voi siete entrati furtivamente in chiesa a pregare per la mia liberazione. Ve ne ringrazio.
Ero nudo e voi avete esaminato seriamente le conseguenze della mia nudità. Ero ammalato e voi vi siete messi in ginocchio a ringraziare il Signore di avervi dato la salute. Ero senza tetto e voi avete predicato le risorse dell’amore di Dio. Sembravate tanto religiosi e tanto vicini a Dio.
Ma io ho ancora fame, sono ancora solo, ammalato, prigioniero, senza tetto.

Crediti
 • Jack Mapanje •
 • Poesia Malawi •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ La sola cosa che sapete
45% PoesieSchiele ArtThomas Stearns Eliot
Per arrivare a ciò che non sapete Dovete fare una strada che è quella dell’ignoranza. Per possedere ciò che non possedete Dovete fare la strada della privazione. Per arrivare a quello che non siete Dovete andare per la strada nella quale non siete E quell⋯
 ⋯ I poveri si erano venduti
40% Ascanio CelestiniPoesie
I poveri erano così tanto poveri che presero la loro fame e la misero in bottiglia e se la andarono a vendere. Se la comprarono i ricchi, i ricchi che nella vita avevano mangiato di tutto, dal caviale ripieno all’ossobuco di culo di cane allo spiedo. Però⋯
Egon Schiele ⋯ Realizza il tuo scopo e fermati
37% Lao TzuPoesieSchiele Art
Chi guida un governante sulla via del Tao non cerca di imporsi al mondo con la forza delle armi. Queste azioni si ritorcono contro chi le compie. Dove sono passati gli eserciti crescono i rovi e la guerra è seguita da anni di carestia. Realizza il tuo sco⋯
Egon Schiele ⋯ Gli elmi dei vinti
31% Bertolt BrechtPoesieSchiele Art
Ecco gli elmi dei vinti, abbandonati in piedi, di traverso e capovolti. E il giorno amaro in cui voi siete stati vinti non è quando ve li hanno tolti, ma fu quel primo giorno in cui ve li siete infilati senza altri commenti, quando vi siete messi sull’att⋯
⋯  ⋯Trasformazioni
28% Henrik IbsenPoesieRacconti
In un giardino c’era un melo in fiore e in questo giardino c’era anche un’ape che s’innamorò d’uno dei bianchi fiori del melo. Entrambi s’amarono appassionatamente e si fidanzarono. Poi l’ape, d’estate, se ne andò e quando tornò il fiore si era trasformat⋯
 ⋯ Invictus
21% PoesieWilliam Ernest Henley
Dal profondo della notte che mi avvolge, buia come il pozzo più profondo che va da un polo all’altro, ringrazio gli dèi qualunque essi siano per l’indomabile anima mia. Nella feroce morsa delle circostanze non mi sono tirato indietro né ho gridato per l’a⋯