Pratiche olistiche degli antichi maestri
Le pratiche olistiche degli antichi maestri integrano scienza, arte, e personale sviluppo spirituale. Mente, corpo e spirito partecipano in modo uniforme. Essi includono:

  1. Yi Yau, la scienza di guarigione che incorpora diagnosi, l’agopuntura, la medicina a base di erbe, la dieta terapeutica, e altri metodi;
  2. Syang Ming, la scienza che prevede un persona destino osservando l’esterno manifestazioni fisiche del suo viso, scheletro, palme, e la voce;
  3. Feng Shui, la scienza di discernere i sottili raggi di energia presenti in una posizione geografica nel determinare, che supportano correttamente le attività di un edificio o città costruita lì;
  4. Fu Kua, l’osservazione delle alterazioni sottili di yin e yang al fine di prendere decisioni che siano in armonia con gli aspetti evidenti e nascosti di una situazione. Il fondamento di Fu Kua e di ogni pratica taoista è lo studio dell’I Ching, o Libro dei Mutamenti.
  5. Di Nei Dan, Wai Dan, Fang e Jung, le scienze di affinare la propria energia personale attraverso l’alchimia, la chimica, e la coltivazione equilibrata di energia sessuale;
  6. Tai Syi, la scienza della rivitalizzazione attraverso la respirazione e le tecniche di visualizzazione;
  7. Chwun Shi, la trasformazione della propria essenza spirituale attraverso il mantenimento il proprio pensiero in accordo con la Fonte Divina;
  8. Shu-Ser, l’armonizzazione della propria vita quotidiana al ciclo di raggi energetici universali;
  9. Bi Gu, la pratica del digiuno in giorni specifici al fine di raccogliere energia vitale che emana dalle posizioni armonizzate di certe stelle;
  10. Sau Yi, la scienza dell’abbracciare integralmente l’unità trascendentale al fine di realizzare la concezione della ‘mistica perla’;
  11. Tai Chi Ch’uan, le prestazioni degli esercizi fisici per indurre i flussi energetici diretti all’interno del corpo per acquisire padronanza del corpo, respiro, la mente, gli organi interni, la vita e la morte;
  12. Fu Chi, la scienza di riformare e di raffinare la propria energia con il cibo puro e le erbe;
  13. Se Chuan, la visualizzazione interna dell’unità del proprio essere interiore ed esteriore;
  14. ‘Dzai Jing, la purificazione della propria energia attraverso le pratiche ascetiche;
  15. Fu Jou, il disegno delle immagini mistiche, la scrittura e la recitazione di invocazioni mistiche allo scopo di evocare una risposta dal regno sottile dell’universo;
  16. Tsan Syan, il processo di dissoluzione dell’Io ed il collegamento con la Grande Unità attraverso lo studio delle scritture classiche ed il dialogo quotidiano con un maestro illuminato;
  17. Yen L È Uomini e Chi, le scienze mistiche che pongono in rapporto l’energia allo scopo di influenzare le relazioni esterne. Di questi, il più importante per i principianti è lo studio dell’I Ching, che permette di percepire le influenze nascoste in ogni situazione, e quindi stabilire un mezzo equilibrato e spiritualmente evoluto per rispondere ad esse. Tutti sono strumenti per il raggiungimento del Tao. Studiarli è servire l’unità universale, l’armonia e saggezza.


Crediti
 Lao Tzu
 Hua Hu Ching
 SchieleArt •   •