Prendi le cesoie e pota i tuoi alberi

Con un taglio doloroso sfrondo via ciò che pretendevo di sapere di ciò che mi trascende. Mi taglio via dai lacci astuti dei significati che avevo assegnato a ciò che è fuori di me. E il mio coltello taglia ancora più a fondo e mi separa dai significati che avevo attribuito a me stesso. Incido sino al midollo, finché ogni cosa significativa si scrolla via da me, finché non sono più niente di quello che potrei sembrare a me stesso, finché so soltanto che io sono, senza sapere che cosa sono. Voglio essere povero e spoglio, voglio restare nudo di fronte all’inesorabile. Voglio essere il mio corpo nella sua povertà.

 
Crediti
 • Carl Gustav Jung
 • Il libro rosso
 • SchieleArt •   • 

Similari

 ⋯ Il caso Nietzsche
362%  •  ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯


 ⋯ Sapere di non essere
311%  •  IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯


 ⋯ Il mercantile
286%  •  IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯


Gustave Doré ⋯ Elia distrugge i messaggeri di AhaziaCirca la nostra condotta verso noi stessi
236%  •  Arthur SchopenhauerDoré GalleryFilosofia
4.° Il manovale che aiuta a fabbricare un edifizio, non ne conosce il progetto, o non l’ha sempre sotto gli occhi; tale è pure la posizione dell’uomo mentre è occupato a dividere uno per uno i giorni e le ore della sua esistenza in rapporto all’insieme de⋯


Egon Schiele ⋯ Circa la nostra condotta verso gli altri
222%  •  Arthur SchopenhauerFilosofiaSchiele Art
21.° Per mettersi fra la gente è utile portar seco una buona provvista di circospezione e d’indulgenza; la prima ci garantirà dai danni e dalle perdite, l’altra dalle contese e dagli alterchi. Chi è chiamato a vivere fra gli uomini non deve respingere in ⋯


 ⋯ L’esperienza e la verità
222%  •  Carlo SiniFilosofia
Il dibattito sulla oggettività e il cosiddetto pensiero forte del nuovo realismo ha trovato ampio spazio soprattutto sul quotidiano «la Repubblica». Può essere utile partire di qui, perché è vero che gli articoli di giornale non consentono quella articola⋯