Pulire le vostre coscienze

In questo corpo alieno
delicata-mente s’insinua dolcezza
genetica-mente diversa
cresce lenta-mente la consapevolezza
di una diversità sostanziale
total-mente m’abbandono
e divengo me stessa.
Questo corpo tramuto e violenta-mente
trasformo nell’immagine riflessa
ora sono pronta affronterò il mondo che avete creato.
Sono nata per pulire le vostre coscienze
come straccio utilizzata
per far risplendere le vostre apparenze
raccolgo le vostre paure
e vengo gettata misera-mente
nell’angolo più nascosto delle coscienze dell’uomo
solitaria-mente libero i pensieri e li lascio volare
ed una sola certezza mi appare
final-mente comprendo
siete voi i nati diversi.
La mia sensibilità abbandonata
nell’angolo buio della vostra realtà
in attesa del vostro risveglio
non prova vergogna
perché io sono me stessa.

Crediti
 • Cesare Righi •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ L’ultimo canto d’amore di “El Chorito”
36% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Sudamericano in terra di goti, questo è il mio canto d’addio ora che gli ospedali tralasciano le colazioni e le ore del tè con un’insistenza che non posso che attribuire alla morte. Svaniti i crepuscoli lungamente studiati, finiti i giochi dilettevoli che⋯
⋯ Kathryn Jacobi  ⋯Mi piange nel mare
31% Fernando PessoaPoesie
Arrivava elegante, veloce, senza fretta e con un sorriso, e io, che sento con la testa, scrissi subito la poesia giusta. In essa non parlo di lei né, come adulta bambina, svoltava l’angolo di quella via, che è l’eterno angolo… Nella poesia parlo del mar⋯
 ⋯ La sola cosa che sapete
28% PoesieSchiele ArtThomas Stearns Eliot
Per arrivare a ciò che non sapete Dovete fare una strada che è quella dell’ignoranza. Per possedere ciò che non possedete Dovete fare la strada della privazione. Per arrivare a quello che non siete Dovete andare per la strada nella quale non siete E quell⋯
Egon Schiele ⋯ Gli elmi dei vinti
21% Bertolt BrechtPoesieSchiele Art
Ecco gli elmi dei vinti, abbandonati in piedi, di traverso e capovolti. E il giorno amaro in cui voi siete stati vinti non è quando ve li hanno tolti, ma fu quel primo giorno in cui ve li siete infilati senza altri commenti, quando vi siete messi sull’att⋯
Roberto KusterleNon avevo parole per la mia adorazione
17% PoesieSalvatore Scalisi
L’assolata primavera risplendeva sulle vetrate, dimentico del Dare, dell’Avere, delle scartoffie dell’ufficio, sentivo la luce invadermi: stavo con te e respiravo l’azzurro. Non avevo parole per la mia adorazione. Osservavo fiorire il raso delle corolle e⋯
Egon Schiele ⋯ Vento autunnale
17% HaikuSchiele ArtUejima Onitsura
Il soffio del vento autunnale s’insinua tra le cose – volti di uomini.