Puossi far forza ne la deïtade
Puossi far forza ne la deïtade,
col cor negando e bestemmiando quella,
e spregiando natura e sua bontade;
e però lo minor giron suggella
del segno suo e Soddoma e Caorsa
e chi, spregiando Dio col cor, favella.

Crediti
 • Dante Alighieri •
 • Su Dio •
  • Virgilio: XI, 46-51 •
 • Pinterest • Gustave Doré  • The Dore Gallery of Bible Illustrations •

Similari
Gustave Doré ⋯ Soddoma e Gomorra
40% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
La nova gente: Soddoma e Gomorra; e l’altra: Ne la vacca entra Pasife, perché ‘l torello a sua lussuria corra.
Victor ShelegPensa quanto sarà più viva e bella
35% Bernardo BellincioniPoesie
Di che ti adiri? A chi invidia hai Natura Al Vinci che ha ritratto una tua stella: Cecilia! sì bellissima oggi è quella Che a suoi begli occhi el sol par ombra oscura. L’onore è tuo, sebben con sua pittura La fa che par che ascolti e non favella: Pensa qu⋯
⋯ Paul Gustave Doré ⋯Assolver non si può chi non si pente
34% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Assolver non si può chi non si pente; né pentere e volere insieme puossi per la contradizion che nol consente.
Gustave Doré ⋯ Opera naturale è ch’uom favella
32% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Opera naturale è ch’uom favella; ma così o così, natura lascia poi fare a voi secondo che v’abbella.
Gustave Doré ⋯ E come li stornei ne portan l’ali
19% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
E come li stornei ne portan l’ali nel freddo tempo a schiera larga e piena, così quel fiato li spiriti mali di qua, di là, di giù, di su li mena; nulla speranza li conforta mai, non che di posa, ma di minor pena. E come i gru van cantando lor lai, faccend⋯
Gustave Doré ⋯ Gesù guarisce i malatiCome ‘l ramarro sotto la gran fersa
15% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Come ‘l ramarro sotto la gran fersa dei dì canicular, cangiando sepe, folgore par se la via attraversa, sì pareva, venendo verso l’epe de li altri due, un serpentello acceso, livido e nero come gran di pepe; e quella parte onde prima è preso nostro alimen⋯