⋯  Francisco Goya ⋯

Il segno del padre è quello della ferita. Il padre insegna, testimonia, che la vita non è solo appagamento, conferma, rassicurazione, ma anche perdita, mancanza, fatica. Le esperienze più profonde, a cominciare dall’amore, prendono origine, forma, proprio da quella perdita. Nella vita dell’uomo, il padre trasmette l’insegnamento della ferita perché la sua prima funzione psicologica e simbolica è quella di organizzare, dare uno scopo alla materia nella quale il figlio è rimasto immerso durante la relazione primaria con la madre. Per questo il padre infligge la prima ferita, affettiva e psicologica, interrompendo la simbiosi con la madre e proponendo, da quel momento, allo sviluppo del bambino una direzione, un télos, una prospettiva. Ogni prospettiva, pero`, focalizza lo sguardo su alcune direzioni e ne esclude altre. Valorizza dei comportamenti a scapito di altri. L’intervento del padre, dunque, limita, in una prima fase, la vita del giovane. Chi ha ricevuto il segno del padre porta nel suo organismo psicofisico il marchio della perdita come ferita profonda, ben visibile anche se cicatrizzata. Questo colpo, doloroso, rende chi lo riceve più` forte: quando verrà la perdita, esperienza non evitabile nella vita umana, essa non lo distruggerà` psicologicamente e spiritualmente. Anzi, egli saprà` trarne il succo più` prezioso: l’amore. Amore per sé, amore per gli altri: entrambi si temprano nell’esperienza della perdita, non nella vanità del successo, e neppure nell’illusoria sicurezza del possesso. Quello del padre è anche un segno di iniziazione. Il segno del padre marchia, e differenzia, a distanza, la fisionomia dell’individuo che lo porta, rispetto a chi non l’ha ricevuto. Per quest’ultimo la perdita non si è fatta ferita, né cicatrice profonda; e` rimasta solo ingiuria (inspiegabile dalla coscienza razionale), offesa di cui protestare in diverse sedi, da quelle giudiziarie a quelle civili, a quelle sanitarie o politiche. Per poter trasmettere la ferita, senza diventare semplicemente sadico, il padre deve però averla ricevuta su di sé. Deve essere stato iniziato da un padre, che gli abbia trasmesso il senso profondo della paternità.

Crediti
 • Claudio Risé •
 • Pinterest •  Francisco Goya  •  •

Similari
Il caso Nietzsche
519% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Sapere di non essere
294% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
Il Codice di Hammurabi
277% ArticoliStorieWikipedia
Quando Anu il Sublime, Re dell’Anunaki, e Bel, il signore di Cielo e terra, che stabilirono la sorte del paese, assegnarono a Marduk, il pantocratore figlio di Ea, Dio della giustizia, il dominio su ogni uomo sulla faccia della terra, e lo resero grande f⋯
La scrittura delle donne
213% ArticoliCixous HélèneSocietà
Héléne Cixous rilegge il saggio di Freud sulla Testa di Medusa per rivendicare il potere dell’écriture feminine, della scrittura femminile. Da terrificante e mostruosa, Medusa si trasforma in una figura sorridente e sovversiva in grado di destabilizzare l⋯
Il mercantile
191% IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯