Quanto conosciamo noi stessi
Quanto conosciamo chi ci è vicino e quanto conosciamo noi stessi, perché le due cose vanno assieme. Quanto scendiamo in profondità o sorvoliamo sulla superficie, scansando noi per primi e di conseguenza l’altro. In pratica, quanto conta il rapporto o invece il passar tempo, investendo su questo e da ciò che dal rapporto si può ricavare?

Niente, in apparenza, sulla soglia della pagina aperta se non questa ferita ritrovata di una razza uscita dal libro, il cui ordine e disordine sono cammini di sofferenza, nient’altro che un dolore il cui passato e continuità si confondono con quelli della scrittura.

Crediti
 Edmond Jabės
 SchieleArt •   • 




Quotes per Edmond Jabès

Non chiedere la strada a chi la conosce, ma a chi, come te, la cerca.

Il cammino è sempre da trovare. Un foglio bianco è pieno di cammini

Che differenza corre tra scegliere ed essere scelto quando non possiamo fare altro che sottometterci alla scelta?

Mentre scrivi hai gli occhi rivolti in basso,
ma il cielo è nei tuoi occhi.
C'è un solo cielo, come c'è un solo foglio.
I nostri vocaboli costellano le notti del pensiero;
all'alba dell'impensato essi sono impercettibili.

- Che accade dietro questa porta?
- Si inizia a sfogliare il libro
- Cosa racconta?
- La presa di coscienza di un grido.