Resistere a queste tentazioni
E come nei paesi civili la legge presuppone che la voce della coscienza dica a tutti Non ammazzare, anche se talvolta l’uomo può avere istinti e tendenze omicide, così la legge della Germania hitleriana pretendeva che la voce della coscienza dicesse a tutti: Ammazza, anche se gli organizzatori dei massacri sapevano benissimo che ciò era contrario agli istinti e alle tendenze normali della maggior parte della popolazione. Il male, nel terzo Reich, aveva perduto la proprietà che permette ai più di riconoscerlo per quello che è – la proprietà della tentazione. Molti tedeschi e molti nazisti, probabilmente la stragrande maggioranza, dovettero essere tentati di non uccidere, non rubare, non mandare a morire i loro vicini di casa (ché naturalmente, per quanto non sempre conoscessero gli orridi particolari, essi sapevano che gli ebrei erano trasportati verso la morte); e dovettero essere tentati di non trarre vantaggi da questi crimini e divenirne complici. Ma Dio sa quanto bene avessero imparato a resistere a queste tentazioni.

Crediti
 Hannah Arendt
 La banalità del male
 SchieleArt •   • 




Quotes per Hannah Arendt

Il suddito ideale del regime totalitario non è il nazista convinto o il comunista convinto, ma l'individuo per il quale la distinzione fra realtà e finzione, fra vero e falso non esiste più.  Le origini del totalitarismo

La manifestazione del lieve vento del pensiero non è assolutamente la conoscenza, ma l'attitudine a discernere il bene dal male la bellezza del mondo dalle sue brutture, e quindi voglio sperare che pensare possa far tornare alle persone la forza di saper prevenire terribili catastrofi in questi rari momenti in cui sopraggiunge la resa dei conti.  La banalità del male

Tutti i termini filosofici sono metafore, analogie, per così dire congelate, il cui significato autentico si dischiude quando la parola sia riportata al contesto d'origine, certo presente in modo vivido e intenso alla mente del primo filosofo che la impiegò.

Il rimedio all'imprevedibilità della sorte, alla caotica incertezza del futuro è la facoltà di fare e mantenere promesse.

Quando tutti ti mentono sempre, il risultato non è che credi a queste bugie ma che nessuno crede più a niente. Un popolo che non riesce più a credere a niente non può farsi un'opinione. Sono privati ​​non solo della loro capacità di agire, ma anche della loro capacità di pensare e di giudicare. E con persone del genere puoi fare quello che vuoi.