Ritratto di una signora di profiloIl dipinto intitolato Ritratto di una signora di profilo di Egon Schiele è un olio su tela del 1908, firmato e datato in basso a destra, che misura 66×66 cm. La provenienza del dipinto risale a Paul Vogel, Vienna, nel 1930. Tuttavia, al momento della stesura della descrizione, la sua ubicazione attuale è sconosciuta.

Il dipinto ritrae una donna di profilo, con una linea netta che divide il suo profilo dallo sfondo scuro. La figura sembra volgere il capo leggermente verso sinistra e il suo viso, con tratti sottili e delicati, è rappresentato con una grande attenzione ai dettagli. La donna è raffigurata con una pettinatura alla moda dell’epoca, con i capelli raccolti in una crocchia sulla nuca. Indossa un abito nero elegante, che copre tutto il corpo, ad eccezione del collo e del volto, che emergono dalla scollatura.

Il dipinto è caratterizzato da una forte tensione espressiva, resa attraverso una resa estremamente dettagliata dei lineamenti del volto della figura, che trasmette un senso di intimità e vulnerabilità. L’uso di linee decise e taglienti dona al ritratto un’aura di modernità, tipica dell’arte di Schiele.

Il dipinto è stato incluso in diverse pubblicazioni sulla vita e l’opera dell’artista, tra cui L’Opera di Schiele di Gianfranco Malafarina, dove viene identificato con il numero 123. Il dipinto è stato catalogato anche da Nirenstein 46, O. Kallir 66, Leopold 128 e Natter 2.

Crediti
 Joe Conta
 Disegni di Schiele
 SchieleArt •  Portrait of a Lady in Profile • 




Quotes casuali

È ricercando l'impossibile che l'uomo ha sempre realizzato il possibile. Coloro che si sono saggiamente limitati a ciò che appariva loro come possibile, non hanno mai avanzato di un solo passo.Anselme Bellegarrigue
«Io chiederò lo stesso un cervello invece del cuore» disse lo Spaventapasseri «perché uno stupido non saprebbe che farsene di un cuore, anche se ne avesse uno».
«Io prenderò il cuore» replicò il Boscaiolo di Latta «perché l'intelligenza non rende una persona felice, e la felicità è la cosa più bella del mondo»
Victor Fleming
Il Mago di Oz
In un modo perfetto la legge è uguale per tutti, la giustizia è assoluta e la verità è incrollabile. Nel mondo corrente, invece, nel nostro mondo imperfetto, la legge è influenzata dalla politica, la giustizia dalle emozioni e la verità... la verità è che... non puoi fidarti di nessuno.Roger Donaldson