Cole Thomas ⋯ The Voyage of Life Youth
Rispettare l’oggetto della conoscenza è, prima di tutto, non volerlo ridurre a ciò che dovrebbe essere per potersi adattare alle regole epistemologiche che abbiamo scelto arbitrariamente noi stessi. Per fare un esempio, è vero che l’introspezione non ci permette di considerale la psicologia una scienza esatta, ma questo non è un motivo valido per svalutare l’introspezione, perché può darsi benissimo che l’oggetto della psicologia non si presti a essere trattato da una scienza esatta, e allora la psicologia, se vuole restare fedele al suo oggetto, dovrà appunto rinunciare a trasformarsi in una scienza esatta. D’altronde, la psicologia dell’uomo vista come la vedrebbe un cane deve essere “esatta” almeno quanto lo è la nostra scienza della natura; ma la nostra scienza della natura non è più “esatta” di quanto lo sia la psicologia umana vista come la vedrebbe un cane. La psicologia del comportamento fa dunque molto bene ad adottare il punto di vista del cane sull’uomo, perché quando entra in scena la coscienza essa ci rivela così tante cose che subito salta agli occhi lo scarto infinito tra una «scienza della coscienza» e la coscienza stessa. Se il nostro organismo fosse cosciente di se stesso, la biologia e la fisica sarebbero ancora possibili?

Crediti
 • Étienne Gilson •
 • Vademecum del realista principiante •
  • a cura di Antonio Livi e Maria Antonietta Mendosa •
 • Pinterest • Cole Thomas The Voyage of Life Youth •  •

Similari
⋯  ⋯Sexistenza
66% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯
 ⋯ Esistere nei libri
53% FrammentiThomas Bernhard
E se non è la vita e se non è la natura è la lettura, è la vita e la natura della lettura, per lunghi, lunghi periodi sempre solo natura della lettura, vita fatta di libri, di riviste, di tutti i testi possibili, compensare la natura che è stata amputata,⋯
István SándorfiOggetto della nostra esperienza
42% FrammentiStefano Zecchi
Non abbiamo bisogno di alcuna particolare conoscenza per sapere che il mondo in cui viviamo non è una illusione o un sogno. Proviamo però a spiegare questa credenza che si basa sull’esperienza personale con delle affermazioni che abbiano una validità che ⋯
 ⋯ Leviamoci questo pensiero
39% FrammentiLuigi Pirandello
Lo credevano senza cuore, perché egli non piangeva. Ma dimostrava forse il pianto la intensità del dolore? Dimostrava la debolezza di chi soffre. Chi piange vuol far conoscere che soffre, o vuole intenerire, o chiede conforto e commiserazione. Egli non pi⋯
Holbein ⋯ Il Cristo mortoIl Cristo morto
27% Fëdor DostoevskijFrammenti
Il quadro rappresentava il Cristo appena deposto dalla croce. Mi sembra che i pittori abbiano tuttora l’abitudine di rappresentare Cristo sulla croce, oppure nella deposizione, con un viso di bellezza straordinaria; essi cercano di conferirgli questa bell⋯
 ⋯ Riconoscere le false scienze
25% Étienne GilsonFrammenti
Il realista non deve dunque temere che l’idealista lo metta in contraddizione con il pensiero scientifico, perché ogni scienziato, anche se si ritiene idealista in filosofia, quando ragiona da scienziato non può che pensare in termini realistici. Uno scie⋯