Sentimento non pio
Da anni aveva intuito, di suo figlio. Ora ella vedeva il buio di quell’anima. Lentamente, per aver lottato a lungo nella speranza così vivida, nella sua gioia; prima di abbandonarsi a comprendere. Un sentimento non pio, e si sarebbe detto un rancore profondo, lontanissimo, s’era andato ingigantendo nell’animo del figliolo: quel solo che ancora le appariva, talvolta, all’incontro, sorridendole e chiamandola mamma, mamma, se pur non era sogno, sulle vie della città e della terra. Questa perturbazione dolorosa, più forte di ogni istanza moderatrice del volere, pareva riuscire alle occasioni e ai pretesti da una zona profonda, inespiabile, di celate verità: da uno strazio senza confessione.

Era il male oscuro di cui le storie e le leggi e le universi discipline delle gran cattedre persistono a dover ignorare la causa, i modi: e lo si porta dentro di sé per tutto il folgorato scoscendere d’una vita, più greve ogni giorno, immedicato

Crediti
 • Carlo Emilio Gadda •
 • La cognizione del dolore •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Strazio senza confessione
172% Carlo Emilio GaddaSchiele Art
Questa perturbazione dolorosa, più forte di ogni istanza moderatrice del volere, pareva riuscire alle occasioni e ai pretesti da una zona profonda, inespiabile, di celate verità: da uno strazio senza confessione. Era il male oscuro di cui le storie e le l⋯

 ⋯ La cognizione del dolore
146% Carlo Emilio GaddaLibri
«Era il male oscuro di cui le storie e le leggi e le universe discipline delle gran cattedre persistono a dover ignorare le cause, i modi: e lo si porta dentro di sé per tutto il fulgorato scoscendere d’una vita, più greve ogni giorno, immedicato.» Nella ⋯

Egon Schiele ⋯ Lo sai cos’è un diagramma a blocchi?
35% Elena FerranteSchiele Art
Gli occhi allora le diventarono piccolissimi, mi lasciò il braccio, cominciò a parlare per tirarmi dentro a quella sua nuova passione. Nel cortile, tra l’odore del falò e quello greve dei grassi animali, della carne, dei nervi, questa Lila incappottata ma⋯

Egon Schiele ⋯ Il suono del candore. L’abisso di cristallo
32% Antonin ArtaudSchiele Art
Se potessi essere di carne, credo che solo una cosa cercherei immediatamente: l’amore. Non so se saprei riconoscerlo, però. Ricordo i baci della mamma e perfino il calore liquido dentro la sua pancia, prima ancora che fra le sue braccia. Lo ricordo, perch⋯

Egon Schiele ⋯ Senso di non appartenenza
29% Emil CioranSchiele Art
Dovunque vada, lo stesso senso di non appartenenza, di gioco inutile e idiota, di menzogna, non negli altri, ma in me: fingo di interessarmi a cose di cui non m’importa niente, recito costantemente un ruolo per ignavia o per salvare le apparenze; ma non p⋯

Egon Schiele ⋯ Permeato di una fiducia cieca
26% Elias CanettiSchiele Art
In realtà la cosa incomparabilmente più importante, più eccitante e più caratteristica di questo periodo erano le serate che io e la mamma dedicavamo alla lettura e i discorsi che facevamo intorno a ciascuno di quei testi. Non mi è possibile riportare que⋯