⋯ Self-Portrait with Lowered Head
Per il cristianesimo, invece, gli animali sarebbero delle semplici cose, senz’anima e senza coscienza. Lo dice perfino Cartesio, e non se ne vergogna. Rifacciamoci il palato, ancora una volta, con i Dialoghi sulla religione naturale di Hume: «Nessuna verità mi sembra più evidente di quella che gli animali sono dotati di pensiero e di ragione proprio come gli uomini». Allo stesso modo la pensava Konrad Lorenz, che aveva passato la vita a studiare gli animali. L’8 luglio del 1985, durante un colloquio nella sua casa alla periferia di Vienna, mi disse: «Sono pienamente convinto, ripeto convinto, che gli animali hanno una coscienza. Pienamente, lo ripeto ancora una volta. E questo l’ho detto anche nel mio ultimo libro. Ritengo che dal mio rapporto con un animale superiore io possa imparare cose essenziali, e cioè che, al di fuori dell’uomo, ci sono anche altri esseri che hanno una vita interiore soggettiva». I preti e i loro compari se lo tengano per detto. È dunque l’«immortalità» che pensa la morte […] il perire del finito è l’essere stesso dell’infinito che non può perire, non altro e insieme non identico, dialetticamente presente nella ‘nostra’ morte.

Crediti
 • Arthur Schopenhauer •
 • SchieleArt • Karl-Josef Hildenbrand Self-Portrait with Lowered Head • 1912 •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
650% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
 ⋯ L’essenza dell’uomo è la sua finitezza
428% FilosofiaGiovanni Romano Bacchin
L’essenza dell’uomo è la sua finitezza e la coscienza di essa. La coscienza è sapere che tutto il finito finisce nel proprio finire, che il finire del finito è il suo essere da sempre finito, perché altro non può essere, se non «finito». Il suo essere, da⋯
Friedrich NietzscheUn nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
186% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
 ⋯ Che cos’è l’uomo
185% ArticoliFilosofiaJózef Maria Bocheński
Rifletteremo ora sull’uomo. A suo riguardo i problemi filosofici sono così numerosi, che ora non è possibile nominarli tutti. La nostra meditazione si riferirà perciò necessariamente solo ad alcuni di essi. Prima di tutto, con i grandi pensatori del passa⋯
 ⋯ Perché le cose hanno contorni?
112% ArticoliFilosofiaMaria RocchiRoberto Bertilaccio
Materiali per una riflessione sul “contesto” in Gregory Bateson P: C’era una volta un artista molto arrabbiato che scribacchiava cose di ogni genere, e dopo la sua morte guardarono nei suoi quaderni e videro che in un posto aveva scritto: ‘I savi vedono i⋯
Elliott Erwitt ⋯ Il tempo e le sue_nostre concezioni
76% ArticoliFilosofiaTommaso Giordani
Interrogarsi sulla natura del tempo, cercando di darne una spiegazione razionale in rapporto alla storia e, perché no, alla nostra quotidianità, è molto complicato. Sebbene la concezione del tempo sia andata trasformandosi nel corso della storia in modo f⋯