Si leggeva poco e male
Ricchi non eravamo e poveri neppure: noi ragazzi si studiava di malavoglia, si mentiva alla mamma dicendo che eravamo andati a messa, quando invece avevamo giocato a biglie dietro l’angolo. Si leggeva poco e male, sempre con un occhio al mare, alla campagna napoletana, ai giochi tra amici. Qualcosa di questa lunghissima infanzia mi è rimasto cucito addosso, nascosto dentro e riesce sempre a togliermi un po’ d’anni.

Crediti
 • Massimo Troisi •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ Il mercantile
958% IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯

 ⋯ Il caso Nietzsche
866% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

 ⋯ La scrittura delle donne
860% ArticoliCixous HélèneSocietà
Héléne Cixous rilegge il saggio di Freud sulla Testa di Medusa per rivendicare il potere dell’écriture feminine, della scrittura femminile. Da terrificante e mostruosa, Medusa si trasforma in una figura sorridente e sovversiva in grado di destabilizzare l⋯

 ⋯ Sapere di non essere
760% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯

Mi fa male il mondoIl mondo mi fa male
474% Giorgio GaberMusicaVideo
E non riesco a trovar le parole per chiarire a me stesso e anche al mondo cos’è che fa male… Mi fa male, mi fa male essere lasciato da una donna… non sempre. Mi fa male l’amico, che mi spiega perché mi ha lasciato. Mi fanno male quelli che si credono di⋯

Friedrich NietzscheUn nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
384% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯