Egon Schiele ⋯ Self-portrait
L’uomo, mio caro, è un paradosso. Una creatura assai bizzarra. Ride quando c’è da piangere, piange quando gli converrebbe ridere; vive senza cervello e muore senza voglia.

Crediti
 • Amos Oz •
 • SchieleArt •  Self-portrait • 1910 •

Similari
Egon Schiele ⋯ La visita al convalescente
88% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
È il 1976 e la Rivoluzione è stata sconfitta ma noi ancora non lo sappiamo. Abbiamo 22, 23 anni. Io e Mario Santiago camminiamo lungo una strada in bianco e nero. Alla fine della strada, in un palazzo che sembra uscito da un film degli anni Cinquanta c’è ⋯
Egon Schiele ⋯ Nella visione dell’uomo non c’è pace
51% Dallo SteinhofMassimo CacciariSchiele Art
La stessa linea che in Klimt segnava, nella memoria, la caducità della forma, qui si rovescia in impietosa analisi dei nervi che sorreggono la creatura. Il vivente è già morto, e il disegno ne rivela la maschera. Gli alberi di autunno e di inverno, i paes⋯
Egon Schiele ⋯ Spesso dico cose incomprensibili
47% Fëdor DostoevskijSchiele Art
Forse voi non comprenderete quello che vi sto dicendo, perché spesso dico cose incomprensibili, ma voi ricordate lo stesso e un giorno, in futuro, sarete d’accordo con le mie parole. Sappiate che non c’è nulla di più sublime, di più forte, di più salutare⋯
Egon Schiele ⋯ LL’abbraccio: opera che parla ai nostri giorni
44% ArticoliDaniel di SchulerSchiele Art
A bocca aperta. Sara rimasto così, Gustav Klimt, vedendo quei fogli dell’album. Come Perugino quando Raffaello gli avrà mostrato quel che papà gli aveva insegnato. Come chi avrà sentire suonare l’ancor più giovane Mozart. Come tutti quelli cui capita di t⋯
Egon Schiele  ⋯ Abbracciare la sintesi
40% Albert CamusSchiele Art
È veramente un paradosso tipico dello spirito umano cogliere gli elementi senza poterne abbracciare la sintesi: paradosso epistemologico d’una scienza certa nei fatti, ma comunque insufficiente: sufficiente nelle sue teorie, ma comunque incerta, ovvero pa⋯
Egon Schiele  ⋯ Wally Neuzil in Black StockingsFrivolezza!
40% Marina CvetaevaPoesieSchiele Art
Frivolezza! – caro peccato, caro compagno di viaggio e mio caro nemico! Tu hai spruzzato nei mie occhi il riso e nelle mie vene hai spruzzato la mazurca. MI hai insegnato a non conservare l’anello nuziale con qualunque persona la Vita mi avrebbe sposato! ⋯