Self-Portrait with Model

A volte non hai il tempo di accorgertene, le cose capitano in pochi secondi. Tutto cambia. Sei vivo. Sei morto. E il mondo va avanti. Siamo sottili come carta. Viviamo sul filo delle percentuali, temporaneamente. E questo è il bello e il brutto, il fattore tempo. E non ci si può fare niente. Puoi startene in cima a una montagna a meditare per decenni e non cambierà una virgola. Puoi cambiare te stesso e fartene una ragione, ma forse anche questo è sbagliato. Magari pensiamo troppo. Sentire di più, pensare di meno.

Crediti
 • Charles Bukowski •
 • SchieleArt •  Self-Portrait with Model • 1913 •

Similari
Egon Schiele ⋯ Bildnis Eduard KosmackAlle origini di Cent’anni di solitudine
55% Plinio Apuleyo MendozaSchiele Art
Cent’anni di solitudine è il primo romanzo che cercai di scrivere, a 17 anni, e con il titolo di La casa, e che abbandonai poco tempo dopo perché mi stava troppo grande. Da allora non smisi di pensarci, di cercare di vederlo mentalmente, di cercare il mod⋯
Egon Schiele ⋯ Valorizza quello che puoi dare
55% AnonimoSchiele Art
Umano, vedo che stai piangendo perché è arrivato il mio momento. Non piangere, per favore, ti voglio spiegare alcune cose. Tu sei triste perché me ne sono andato, ma io invece sono felice perché ti ho conosciuto. Quanti come me ogni giorno muoiono senza a⋯
Egon Schiele ⋯ Femme allongee en tenue legerePromemoria dei debiti di Herbert
41% Charles DickensSchiele Art
– Allora, Herbert, – rispondevo – parliamo con serietà dei nostri affari. Ricavavamo sempre una profonda soddisfazione dal darci appuntamento a questo scopo. Io pensavo sempre che era quello ciò che significava occuparsi d’affari, che era quello il modo d⋯
Egon Schiele ⋯ Loro se ne sono andati
38% Philip RothSchiele Art
Puoi fare promesse, raccontare le ultime novità, chiedere la loro comprensione, il loro perdono, il loro amore; o puoi scegliere l’altro approccio, quello attivo, puoi strappare le erbacce, distribuire meglio la ghiaia, toccare con le dita le lettere inci⋯
Egon Schiele ⋯ LL’abbraccio: opera che parla ai nostri giorni
35% ArticoliDaniel di SchulerSchiele Art
A bocca aperta. Sara rimasto così, Gustav Klimt, vedendo quei fogli dell’album. Come Perugino quando Raffaello gli avrà mostrato quel che papà gli aveva insegnato. Come chi avrà sentire suonare l’ancor più giovane Mozart. Come tutti quelli cui capita di t⋯
Egon Schiele ⋯ Seated female nudePatirai le pene dell’inferno
33% Jerome David SalingerRaccontiSchiele Art
– Sì. Solo non capisco perché non ne parli a Lew, una volta o l’altra. – Perché? Perché non è abbastanza intelligente, ecco perché, – disse Eloise. – E poi, stammi a sentire bene, carrierista. Se mai ti capitasse di risposarti, a tuo marito non devi dire ⋯