Gustave Doré ⋯ L'ascesa di Elia in un carro di fuoco
Siate, Cristiani, a muovervi più gravi:
non siate come penna ad ogne vento,
e non crediate ch’ogne acqua vi lavi.
Avete il novo e ‘l vecchio Testamento,
e ‘l pastor de la Chiesa che vi guida;
questo vi basti a vostro salvamento.
Se mala cupidigia altro vi grida,
uomini siate, e non pecore matte,
sì che ‘l Giudeo di voi tra voi non rida!

Crediti
 • Dante Alighieri •
 • Sugli uomini •
  • Beatrice: V, 73-81 •
 • Pinterest • Gustave Doré L'ascesa di Elia in un carro di fuoco • The Dore Gallery of Bible Illustrations •

Similari
Gustave Doré ⋯ D’ogne malizia, ch’odio in cielo acquista
39% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
D’ogne malizia, ch’odio in cielo acquista, ingiuria è ‘l fine, ed ogne fin cotale o con forza o con frode altrui contrista. Ma perché frode è de l’uom proprio male, più spiace a Dio; e però stan di sotto li frodolenti, e più dolor li assale.
 ⋯ Poesia Malawi
38% Jack MapanjePoesie
Avevo fame e voi avete fondato un club a scopo umanitario e avete discusso della mia fame. Ve ne ringrazio. Ero in prigione e voi siete entrati furtivamente in chiesa a pregare per la mia liberazione. Ve ne ringrazio. Ero nudo e voi avete esaminato seriam⋯
Egon Schiele ⋯ Crouching Nude GirlSilenziosa luna
35% Giacomo LeopardiPoesieSchiele Art
Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai, Silenziosa luna? Sorgi la sera, e vai, Contemplando i deserti; indi ti posi. Ancor non sei tu paga Di riandare i sempiterni calli? Ancor non prendi a schivo, ancor sei vaga Di mirar queste valli? Somiglia alla tu⋯
Gustave Doré ⋯ Gesù guarisce i malatiCome ‘l ramarro sotto la gran fersa
28% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Come ‘l ramarro sotto la gran fersa dei dì canicular, cangiando sepe, folgore par se la via attraversa, sì pareva, venendo verso l’epe de li altri due, un serpentello acceso, livido e nero come gran di pepe; e quella parte onde prima è preso nostro alimen⋯
Gustave Doré ⋯ Era già l’ora che volge il disio
24% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Era già l’ora che volge il disio ai navicanti e ‘ntenerisce il core lo dì c’ han detto ai dolci amici addio; e che lo novo peregrin d’amore punge, se ode squilla di lontano che paia il giorno pianger che si more.
Gustave Doré ⋯ Cristo svenuto sotto la croceVoi che ‘ntendendo il terzo ciel movete
24% Dante AlighieriDoré GalleryPoesie
Voi che ‘ntendendo il terzo ciel movete, udite il ragionar ch’è nel mio core, ch’io nol so dire altrui, sì mi par novo.