Silenzioso orgoglio

Una volta si sapeva (o si sospettava, forse) di avere in sé la morte come il frutto ha il nocciolo. I bambini ne avevano una piccola in sé e gli adulti una grossa. Le donne l’avevano nel grembo e gli uomini nel petto. La si aveva e questo dava a ciascuno una speciale dignità e un silenzioso orgoglio.

Crediti
 • Rainer Maria Rilke •
 • Pinterest • Ramón Lombarte  •  •

Similari
 ⋯ I botoli ringhiosi
55% Autori VariFrammenti
Quando Dante, ospite ingrato, definì gli aretini “botoli ringhiosi”, le sue intenzioni erano offensive. Di quell’insulto gli aretini hanno fatto un motivo d’orgoglio, e direi giustamente, se ci si ricorda perché il sommo poeta ci appiccicò quell’etichetta⋯
 ⋯ La vita vera si sporge sull’oscurità
49% Elena FerranteFrammenti
Ieri, rientrando, ho trovato sopra la mia cassetta della posta un pacchetto mal confezionato con carta di giornale. L’ho preso perplessa. Niente testimoniava che era stato lasciato per me e non per qualche altro inquilino. Non c’era un biglietto d’accompa⋯
 ⋯ La sofferenza dell’essere bella
41% Alessandro BariccoFrammenti
Elena è una donna sola che vuole tornare a casa. Stanca di essere guardata, di essere additata come causa primordiale di tutte le sciagure o come causa di morte di migliaia di persone, accecate dal vapore velenoso del suo splendore. Ogni volta che si affo⋯
 ⋯ Il diritto al delirio
41% Eduardo GaleanoFrammenti
Ormai sta nascendo il nuovo millennio. La faccenda non è da prendere troppo sul serio (…). Il tempo si burla dei confini che noi inventiamo per credere che lui ci obbedisca (…). Il tempo continua, silenzioso, il suo cammino lungo le vie dell’eternità e de⋯
 ⋯ Le parole non servono a nulla
34% FrammentiWilliam Faulkner
Fu allora che capii che le parole non servono a nulla; che le parole non corrispondono mai neanche a quello che tentano di dire. Quando nacque mi resi conto che maternità era stata inventata da qualcuno che doveva trovarle una parola perché a chi i bambin⋯
 ⋯ Giorgio conosce finalmente Fosca
32% FrammentiIginio Ugo Tarchetti
Il mio desiderio fu esaudito: conobbi finalmente Fosca. Un mattino mi recai per tempo alla casa del colonnello (vi pranzavamo tutti uniti e ad un’ora, ma per la colazione vi si andava ad ore diverse, alla spicciolata) e mi trovai solo con essa. Dio! Come ⋯