Solo e senza scuse

Avevo interrotto il lavoro nelle serre di mio padre e terminato il mio primo semestre di studi alla facoltà di Filosofia presso la Statale di Milano. Mi concedevo una breve vacanza prima di riprendere la preparazione degli esami in autunno. “La nausea” di Sartre era una delle letture che mi ero ripromesso di fare. […] Cercavo delle parole, una lingua, un alfabeto in grado di farmi intendere quello che mi stava accadendo. Li cercavo in quegli anni, ma anche dopo, nelle canzoni di Fabrizio De André, Francesco De Gregori, Claudio Lolli e altri cantautori. Ma avevo bisogno di qualcosa in più. Sulle ceneri della mia educazione cattolica che non aveva retto ai primi duri colpi dell’esistenza, alla morte insensata di un amico caro, alle lacerazioni dell’amore, al conflitto aspro con la mia famiglia d’origine, alle ingiustizie sociali, cercavo padri diversi. Gesù aveva tolto la sua mano dalla mia testa. Ero “solo e senza scuse”. Nasceva in me la nausea per una vita che non sapevo come prendere e mi sfuggiva da tutte le parti.

Crediti
 • Massimo Recalcati •
 • A libro aperto. Una vita è i suoi libri •
 • SchieleArt • Joe Klamar  •  •

Similari
 ⋯ Le origini romantiche della psicoanalisi e l’obiezione di Nietzsche
179% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
A differenza di tutti i popoli della terra, l’uomo occidentale un giorno ha detto Io. L’ha annunciato Platone e l’ha esplicitato Cartesio. La psicologia ha catturato questa parola e ne ha fatto il centro della soggettività, dispiegando una visione del mon⋯

Tra neuroscienze, psicologia e letteratura, la nascita di unIl cervello raccontato
124% ArticoliNeuroscienzePaolo Pecere
Il rapporto tra l’attività cerebrale e l’identità di una persona è un tema attualissimo, che fin dalle sue prime formulazioni moderne ha messo in questione il ruolo della narrazione: come può collegarsi l’operare dei miliardi di neuroni che compongono il ⋯

 ⋯ Basi neurologiche della coscienza
107% ArticoliAutori VariNeuroscienze
Spesso non siamo consapevoli di quelle che sono le ragioni e le cause del nostro comportamento; più indaghiamo nei meandri della mente, più ci si accorge di quanto sia importante e potente il nostro inconscio. L’inconscio, come parte più intima di noi ste⋯

 ⋯ La psicologia e lo sviluppo infantile
92% ArticoliMassimo RecalcatiPsicologia
Nella prima metà del Novecento, periodo delle grandi scuole psicologiche, Piaget contribuì alla storia delle idee, in campo psicologico, definendo anche la natura e le caratteristiche della persona umana. L’interesse per lo sviluppo, non solo intellettuale⋯

Egon Schiele ⋯ LL’abbraccio: opera che parla ai nostri giorni
89% ArticoliDaniel di SchulerSchiele Art
A bocca aperta. Sara rimasto così, Gustav Klimt, vedendo quei fogli dell’album. Come Perugino quando Raffaello gli avrà mostrato quel che papà gli aveva insegnato. Come chi avrà sentire suonare l’ancor più giovane Mozart. Come tutti quelli cui capita di t⋯

Egon Schiele ⋯ Tutto nell’autunno
82% Fernando PessoaSchiele Art
Quanto ho pensato, quanto ho sognato, quanto ho fatto o non ho fatto: tutto quanto se ne andrà nell’autunno, come i fiammiferi usati che ricoprono il pavimento sparsi qua e là, o i fogli accartocciati in palle fittizie, o i grandi imperi, tutte le religio⋯