Nulla come niente sono termini relativi e necessari nella nostra comunicazione, mentre in filosofia, diviene il termine dell’essere nell’interrogarsi sul suo opposto, molto probabilmente dovuto al terrore della grande mietitrice. Se restiamo sul significato letterale, nulla e vacuità, danno lo stesso risultato, ed è proprio qui, che la mente trova il suo limite insuperabile, mentre cerca di capire o di immaginare; ma la vacuità va sperimentata, e la parola non è la cosa, infatti, il limite è proprio nel mezzo che si usa, cioè il pensiero, da qui, il termine vacuità, niente sentimenti idee ecc. Un invito a svuotare la mente dai suoi contenuti ma, la parola “vacuità” come “nulla”, crea il panico nel pensiero stesso, evocando la morte, infatti, deve annullare tutte le sue creazioni a partire dall’io; solo così farà parte di quella vacuità, che non può essere trasmessa a parole ma che va sperimentata. Devo essere quel vuoto, perché in realtà sono quel vuoto, che è stato riempito poi, di ciò che sembra tutto e per assurdo è nulla, e la morte così temuta ne è testimone e ci invita a conoscerla da vivi.

Crediti
Anna Maria Tocchetto

• Pinterest •
Similari
Il caso Nietzsche
779% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Sapere di non essere
465% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
Il mercantile
301% IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯
L’infinitudine del nulla
300% Autori VariIdee
Nulla come niente sono termini relativi e necessari nella nostra comunicazione, mentre in filosofia, diviene il termine dell’essere nell’interrogarsi sul suo opposto, molto probabilmente dovuto al terrore della grande mietitrice. Se restiamo sul significa⋯
La scrittura delle donne
293% ArticoliCixous HélèneSocietà
Héléne Cixous rilegge il saggio di Freud sulla Testa di Medusa per rivendicare il potere dell’écriture feminine, della scrittura femminile. Da terrificante e mostruosa, Medusa si trasforma in una figura sorridente e sovversiva in grado di destabilizzare l⋯