Sopra un poeta mortoLa sua anima di poeta ahimè era partita
tra i suoni musicali e gotici di una sera
e meravigliosamente tra le sartie nere
il sole inclinava la sua carena ingiallita.

Allora ero venuto nella mia malinconia
a vedere la spoglia di quest’uomo divino
a vedere la bellezza dove si forma come
un repositorio il pensiero sublime
scintillante e fiorito.

Gli organi del mare facevano un rumore di folla
le funi rantolavano con un rumore d’onda
tra le fiamme d’oro di ceri che piangevano.

E voci s’innalzavano dal velluto e dall’oro
del grande vascello che processioni adornavano
ai suoni dolcissimi emessi dai flauti della morte.

Crediti
 Antonin Artaud
 Pinterest • Michael Kunze  • 




Quotes per Antonin Artaud

Quel che finora mi ha fatto soffrire è d'avere rifiutato il Vuoto.
Il Vuoto che era già in me.
È sufficiente questo movimento di luna
che mi fa chiamare quel che rifiuto
e rifiutare quel che ho chiamato.

La vita in sé non è una soluzione, la vita non ha un tipo di esistenza scelto, concordato, determinato. È solo una serie di appetiti e di forze opposte, piccole contraddizioni che si succedono o si abortiscono a seconda delle circostanze di un odioso caso. Il male è inegualmente disposto in ogni uomo, come il genio, come la follia. Sia il bene che il male sono il prodotto delle circostanze e di un lievito più o meno attivo.

Il pubblico, anche se ritiene vero ciò che è falso, ha il senso del vero e risponde sempre quando glielo si presenta. Oggi però non è più sulla scena che dobbiamo cercare il vero, ma per strada.

Aver il senso dell'unità profonda delle cose, è aver il senso dell'anarchia.

Da una premeditazione del non-essere
da un criminale incitamento del può essere,
è venuta la realtà,
come dal caso che la fornicava.