Sulla sottile linea dell'attaccamentoAmore mio, non ti voglio per te né per me né per entrambi insieme, non ti voglio perché il sangue mi spinga ad amarti, ti voglio perché non sei mia, perché sei dall’altra parte, dove mi inviti a saltare e non posso fare il salto, perché nel profondo del possesso non sei dentro di me, non ti raggiungo, non vado oltre il tuo corpo, la tua risata, ci sono momenti in cui mi tormenta il fatto che tu mi ami (come ti piace usare il verbo amare, con quale volgarità lo lasci cadere sui piatti, sulle lenzuola e sugli autobus), mi tormenta il tuo amore che non mi serve da ponte perché un ponte non si regge da un solo lato, mai Wright né Le Corbusier faranno un ponte sostenuto da un solo lato, e non guardarmi con quegli occhi da uccello, per te l’operazione dell’amore è così semplice, ti rimetterai prima di me eppure mi ami come io non ti amo.

Crediti
 Julio Cortázar
 Rayuela
 SchieleArt •   • 




Quotes per Julio Cortázar

A volte non abbiamo bisogno di qualcuno che ci aggiusti. A volte abbiamo solo bisogno di qualcuno che ci ami, mentre ripariamo noi stessi.

Camminavamo senza cercarci, eppure sapendo che camminavamo per incontrarci.

A quel punto mi ero accorto che cercare era il mio destino, l'emblema di coloro che escono la notte senza alcuna precisa intenzione, lo scopo degli assassini di bussole.

Tutto ciò che vorrei da te sono quelle cose quotidiane, l'odore del tuo corpo, sapere cosa pensi di qualsiasi cosa, di te, di me, del nostro ambiente. Che tu guardi oltre il mio aspetto fisico, che mi ricordi con passione, e che il piacere che insieme inventiamo sia un altro segno della libertà.

La mia diagnosi è semplice
so di non avere alcuna scelta.