AFP photo

(Ne)anche le stelle muoiono…

Egon Schiele ⋯ The Young Mother
Quando il pericolo è così grande che la morte è divenuta la speranza, allora la disperazione nasce venendo a mancare la speranza di poter morire. In quest’ultimo significato la disperazione è chiamata la malattia mortale: quella contraddizione penosa, quella malattia dell’io di morire eternamente, ⋯

Indagatore di Se Stesso

Egon Schiele ⋯  Portrait
Le mie domande servono ormai a ossessionare solo me stesso, a farmi spronare dal silenzio che intorno a me è l’unica risposta. Quanto sopporterai ancora che il genere canino, come le tue indagini ti portano a riconoscere con sempre maggiore consapevolezza, taccia e continui ⋯

Non rimanere sempre identico

Egon Schiele ⋯ The Young Mother
La natura mortale cerca per quanto le è possibile di essere sempre e di essere immortale. Ma può farlo solo in questo modo, attraverso la procreazione, perché lascia sempre dietro di sé, al posto del vecchio, qualcos’altro di nuovo.
In effetti, anche nel tempo ⋯

Il dubbio offende

Egon Schiele ⋯ Paintings during a preview of the exhibition «Come si esce di qui?»
«Se ha tanta fretta… Ci sono due modi, quello permanente e quello temporaneo. Quello permanente è dal tetto: un bel salto e si libera per sempre da tutta questa schifezza. L’uscita temporanea è lì in fondo, dove c’è quel ⋯

Nessuno mostrerà di volere qualcos’altro

Egon Schiele ⋯ Portrait of the Painter
E così evidentemente sin da quei tempi lontani in noi uomini è innato il desiderio d’amore gli uni per gli altri, per riformare l’unità della nostra antica natura, facendo di due esseri uno solo: così potrà guarire la natura dell’uomo. Dunque ciascuno di noi ⋯

Le precauzioni inutili

Egon Schiele ⋯ Reclining Woman Ora che lui è partito, e non si farà vivo più, scomparso, cancellato via dal quadrante della vita esattamente come se fosse morto, a lei, Irene, non resta che armarsi di tutto il coraggio che una donna può chiedere a Dio e sradicare tutti ⋯

Forzoso distacco dal meglio

Egon Schiele ⋯
Il lavoro, continua trasformazione che non si appaga di risultati comparenti alla superficie, è profondo solo a condizione di non placarsi nel prodotto, nel suo risultato e lo distrugga continuamente […] mai ritenendolo degno di venire al mondo.
Senza la rinuncia alla perfezione, rinuncia ⋯

Falsa propaganda anticomunista

Egon Schiele ⋯ Selbstbildnis mit Modell Non ho visto un singolo mendicante per le strade della Russia sovietica. Non mi sono mai sentito così sicuro, non vi è nessun rischio di essere derubati. Mi è stato detto che in URSS non c’è libertà di fede, ma in realtà ho visto ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi