Antonio Ligabue

Antonio “ol mat”

Antonio Ligabue ⋯ Autoritratto sulla moto Lui si chiama Antonio: ha cinquant’anni, ciglia folte, capelli scuri, naso corvino e sopra i tratti marcati del viso, una barba incolta. “È un uomo strano, scorbutico, solitario“. O almeno, così lo descrive la gente di qui.
Sua madre, un’appassionata d’arte scomparsa ⋯

La funzione dello Stato

Antonio Ligabue ⋯ La Metamorfosi
Una delle superstizioni più diffuse del nostro tempo è che lo Stato sia una specie di provvidenza capace e disposta a soddisfare i bisogni, gli interessi e le aspirazioni di tutti coloro che, per numero, per ricchezza o per abilità, riescono a farsi ascoltare ⋯

I demoni sulla tela

 ⋯
Eccolo qua, Antonio Ligabue. Ed ecco la sua arte. Un’arte che nasce dall’impossibilità: l’impossibilità di vivere un’infanzia felice, l’impossibilità di comunicare, l’impossibilità di amare. La sua è la storia di un uomo considerato folle, uno di quelli che vivono ai margini, uno dei tanti ⋯