Aristotele

È stato un filosofo, scienziato e logico greco antico. Discepolo di Platone, unitamente a Socrate è considerato uno dei padri del pensiero filosofico occidentale, che da lui ha ereditato problemi, termini, concetti e metodi. È ritenuto una delle menti filosofiche più innovative, prolifiche e influenti del mondo antico, sia per la vastità che per la profondità dei suoi campi di conoscenza, compresa quella scientifica. Fonte: Le-citazioni.it

Praticità dei romani

Egon Schiele ⋯
È curioso constatare – ed insisto su questo punto, perché mi sembra di importanza capitale, e perché, pur essendo noto, non mi sembra abbastanza sottolineato – è curioso constatare l’indifferenza pressoché totale del mondo romano per la scienza e la filosofia. Il cittadino romano ⋯

Cosa vuole una donna?

Un certo Hegel dice Lacan nel Seminario XVII su Il rovescio della psicoanalisi ha articolato che essa [la verità] gli [al padrone] viene svelata dal lavoro del servo. Solo che questo discorso di Hegel è un discorso da padrone. E più avanti: La  ⋯

Senza la letteratura la scienza non è scientifica

 ⋯ Sagr. Ma com’è quest’occulto al Copernico, e manifesto a voi?
Sal. Queste cose non possono essere comprese se non co’l senso della vista, il
quale da natura non è stato conceduto agli uomini tanto perfetto, che sia potuto
arrivare a discerner tali differenze; anzi ⋯

La libertà dal lavoro

Giorgio de Chirico ⋯ Le Muse Inquietanti
Ma la Grecia classica è andata ancora più avanti nel disprezzo per le attività lavorative. Attraverso i testi di Platone e di Aristotele, vediamo insediarsi un ideale di vita individuale e collettiva da cui il lavoro è escluso o quasi. La stessa struttura sociale ⋯

Il dopo Aristotele

St Eustathios ⋯ Istituto Ellenico di Venezia
Con la morte di Aristotele, avvenuta nel 322 a.C., si può ben dire che il pensiero classico greco è alla fine ed inizia quello ellenistico. a Grecia non è più il centro del mondo ma, e poi con la conquista romana, si avvierà ad ⋯

Ermeneutica

 ⋯ Dalla psiche procede assolutamente ogni esperienza umana, e a lei ritornano infine tutte le conoscenze acquisite. Anzi essa non è soltanto l’oggetto della sua scienza, ma ne è anche il soggetto. Questa situazione eccezionale tra tutte le scienze implica da un lato un dubbio ⋯

Il potere e l’onore

 ⋯
Quando penso a certi personaggi che hanno popolato le nostre aule parlamentari, non riesco a fare a meno di pensare ad una famosa scena del film «Totò a colori». In treno, in uno scompartimento del vagon-lit, il sospettoso Antonio Scannagatti, musicista incompreso, ⋯

Specie ibrida

Flavia Mantovan ⋯
Per vivere soli bisogna essere o un animale o un dio, dice Aristotele. Manca il terzo caso: bisogna essere l’uno e l’altro, un filosofo. ⋯

E questo mostrare si volea

Gustave Doré ⋯ La crocifissione
E però che la perfezione di questa moralitade per Aristotile terminata fue, lo nome de li Academici si spense, e tutti quelli che a questa setta si presero Peripatetici sono chiamati; e tiene questa gente oggi lo reggimento del mondo in dottrina per tutte ⋯

Era una vita di ordine e di servizio rigoroso

Egon Schiele ⋯ Death and Maiden Senza dubbio, dal punto di vista del convento, della ragione e della morale, la vita dell’abate Narciso era migliore, più giusta, più costante, più ordinata e più esemplare, era una vita di ordine e di servizio rigoroso, un sacrificio continuo, uno sforzo sempre nuovo ⋯

Introduzione a un’Introduzione

 ⋯ Questa pagina vuole essere unicamente una «Introduzione a un’Introduzione», e non aspirano a fornire un’esauriente discussione dei vari problemi cui si riferiscono. Ci è sembrato utile esporre certi fatti, in una forma che offrisse difficoltà minime al lettore che si accinge ad affrontare uno ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi